Tremestieri Etneo, il candidato Nicosia si ritira dalla competizione elettorale

"voto a fine novembre va rinviato, prima bisogna fare chiarezza. Ritiro la mia candidatura e invito gli altri a fare altrettanto”

“Non si può fare finta di nulla e riavviare la campagna elettorale per votare a fine novembre. Prima bisogna fare chiarezza e consentire ai cittadini di comprendere fino in fondo quanto è accaduto. Serve una pausa di riflessione". Così Santo Nicosia, candidato sindaco a Tremestieri Etneo.

“Dopo una riunione con il mio gruppo politico – dice Nicosia  - abbiamo deciso, assieme a tutti i candidati, di ritirare dalla competizione elettorale la nostra lista e quindi la mia candidatura a sindaco. Per noi l’onestà e la trasparenza sono la cosa più importante. Il rapporto di fiducia tra eletti ed elettori è fondamentale. Per votare occorre sgombrare il campo dal dubbio della legalità. In questo momento non ci sono le condizioni per un voto ragionato e sereno. Ribadisco ancora una volta che è necessario il rinvio della tornata elettorale e il commissariamento del comune, i fatti evidenziati dall’indagine della magistratura sono molto gravi e occorre fare piena luce. Per il bene del paese invito anche gli altri candidati a fare una profonda riflessione e valutare l’opportunità del rinvio del voto per affrontare la competizione con la necessaria serenità che dovrebbe contraddistinguere sempre il confronto politico".

Il voto, inizialmente previsto per i primi giorni di ottobre, è slittato a novembre a causa di una indagine della procura su alcune firme false che sarebbero state apposte per la presentazione delle liste. Un caso spinoso che ha portato la Regione a decretare il rinvio del voto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento