rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Unioni civili, "Catania Bene Comune" in piazza per "sposare" la causa

In piazza Federico II di Svevia, il candidato sindaco Iannitti ha organizzato il "mi vogghiu maritari". L'evento simbolico è stato capace di illustrare efficacemente uno dei punti del programma della lista

Il candidato sindaco di Catania Matteo Iannitti ha incontrato cittadine e i cittadini, omosessuali ed eterosessuali desiderosi di regolarizzare le proprie unioni di fatto, all’inaugurazione del Registro delle Unioni Civili del Comune di Catania.

In piazza Federico II di Svevia, la lista Catania Bene Comune ha organizzato il "mi vogghiu maritari". L'evento simbolico è stato capace di illustrare efficacemente uno dei punti del programma del candidato sindaco Iannitti.

Si tratta dell'istituzione del Registro delle Unioni Civili tra coppie eterosessuali e omosessuali e gruppi di persone che decidano di stare insieme per sostegno reciproco, affettivo, economico e solidale, in modo da garantire loro gli stessi diritti oggi concessi solo alle coppie regolarmente sposate.

Catania Bene Comune s'impegna ad istituire il Registro delle Unioni Civili per tutelare e sostenere le Unioni Civili, al fine di superare situazioni di discriminazione e favorirne l’integrazione nel contesto sociale, culturale ed economico del territorio.

In Italia i Comuni che hanno istituito il Registro delle Unioni Civili sono circa 139, in Sicilia solo Bagheria e Niscemi, mentre a Palermo il regolamento è ancora in attesa di approvazione. Milano, Napoli, Bari sono alcune delle grandi città italiane che hanno già istituito il Registro delle Unioni Civili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili, "Catania Bene Comune" in piazza per "sposare" la causa

CataniaToday è in caricamento