menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Castromarino, M5S al sindaco: "In che modo sarà elargito contributo a sfollati?"

Dopo la decisione dell'amministrazione di destinare tremila euro per ogni nucleo familiare i pentastellati hanno chiesto chiarimenti e soluzioni definitive

"Apprezziamo la decisione della giunta Pogliese, stranamente presa subito dopo la dura denuncia di “Striscia la notizia”, di elargire un contributo "una tantum" di 3.000 euro a famiglia per gli ex residenti di via Castromarino. Il provvedimento, però, è abbondantemente in ritardo e il contributo è solo un piccolo aiuto per gli sfollati che, la tragica notte del crollo, quasi un anno fa, hanno perso casa ed effetti personali". A dirlo i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle che hanno rivolto un appello all'amministrazione chiedendo maggiore chiarezza.

"Il Movimento 5 Stelle ha seguito sin dal primo momento la vicenda - prosegue la nota -  e, nei mesi scorsi, la deputata all'Ars Gianina Ciancio ha inoltrato formali richieste alla protezione civile Regionale e i consiglieri comunali Graziano Bonaccorsi e Valeria Diana, insieme al consigliere di municipalità Fabrizio Cadili, hanno promosso incontri con gli assessori competenti e hanno dato ai residenti la possibilità di esporre i loro problemi in sedi istituzionali. Ora però è necessario fare chiarezza sulle modalità e i tempi per l'erogazione del contributo, nella speranza che non vi siano altri limiti burocratici che potrebbero escludere o creare disparità di trattamento".

I consiglieri concludono dicendo che "il dramma dei residenti continua, una ferita nel cuore della città che sicuramente non può essere rimarginata soltanto attraverso un modesto e tardivo contributo, ma anche con un maggiore impegno nel seguire le sfortunate famiglie di via Castromarino".

Riteniamo comunque che questa misura non risolva il problema e, soprattutto, non restituisca la casa a chi l'ha persa. Per questo auspichiamo che l'intervento dell'amministrazione non si fermi qui ma continui, per rendere giustizia a delle famiglie che dall'oggi al domani si sono ritrovate in mezzo alla strada per colpe non loro. Nel frattempo ci auguriamo che questo piccolo ristoro arrivi quanto prima agli aventi diritto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento