Zona franca urbana per i comuni colpiti dal sisma: previste agevolazioni per le imprese

Con un ordine del giorno dell'onorevole Paxia (M5S) verrà esteso ai nove comuni etnei colpiti dal terremoto il pacchetto di semplificazioni volto alle aziende

Importanti novità in arrivo per i comuni catanesi colpiti dal sisma dello scorso dicembre. Infatti, in un ordine del giorno proposto dall’onorevole Maria Laura Paxia, approvato dalla Camera nella serata di ieri, la deputata catanese del Movimento 5 Stelle ha chiesto al governo l’impegno di estendere la Zona Franca Urbana, che attualmente comprende le zone del centro Italia (Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo) interessate dagli eventi sismici dell’agosto 2016, anche ai comuni etnei colpiti dal sisma del 28 dicembre 2018.

Le imprese che operano in queste zone usufruiscono di diverse agevolazioni, quali: l’esenzione dalla imposta sui redditi e dall’imposta regionale sulle attività produttive; l’esenzione dell’imposta municipale propria; l’esonero dal versamento dei contributi   previdenziali   e assistenziali,  con esclusione   dei   premi  per   l'assicurazione obbligatoria infortunistica, a carico dei  datori  di lavoro,  sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

Inoltre, l’esponente pentastellata ha chiesto che queste agevolazioni siano applicate non solo alle imprese, ma anche ai professionisti che operano nelle zone franche.

“L’approvazione del mio odg rappresenta un ulteriore segnale di vicinanza del nostro governo a Catania ed agli operatori economici etnei, che hanno subito gravi danni alle loro attività e ancora risentono pesantemente degli effetti del sisma. Da imprenditrice non posso che essere particolarmente sensibile a queste problematica e, proprio per questo, continuerò a farmi promotrice di proposte volte a tutelare il ruolo degli imprenditori”, conclude così Maria Laura Paxia.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Come proteggere la casa dai ladri

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento