Salute

Alla scuola universitaria di medicina la qualificazione del medico per rispondere ai bisogni dei cittadini

Il percorso realizza una prima risposta concreta alle richieste di aggiornamento degli obiettivi formativi dei futuri medici del Sistema Sanitario Nazionale

“La qualificazione del Medico per la tutela della Salute: Integrazione nel SSR, Umanizzazione, Empowerment, Equità” è il titolo dell’attività di didattica elettiva (ADE) rivolta agli studenti iscritti dal I al VI anno del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania. L’ADE ha avuto inizio oggi 6 maggio per concludersi il 20 maggio, a cavallo della visita per l’accreditamento dell’ateneo da parte dell’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR). L’attività formativa è coordinata dal Presidente del corso di laurea in Medicina e Chirurgia prof. Agostino Palmeri e opera sotto l’egida del comitato scientifico composto dalla prof.ssa Margherita Ferrante, ordinario di Igiene generale e applicata, Direttore Igiene ospedaliera del “Policlinico – San Marco” di Catania, e dal prof. Pieremilio Vasta, Presidente Comitato Consultivo del Policlinico e coordinatore regionale Rete Civica della Salute. Il percorso realizza una prima risposta concreta alle richieste di aggiornamento degli obiettivi formativi dei futuri medici del Sistema Sanitario Nazionale, richieste da tempo avanzate dal Comitato Consultivo del “Policlinico-San Marco” all’interno del confronto istituzionale tra il Corso di laurea e il suo Comitato di indirizzo, che rappresenta gli stakeholder esterni. Proprio questo confronto e le iniziative che ne discendono sono considerati prioritari dall’ANVUR e pertanto rappresentano un fiore all’occhiello della scuola di medicina dell’ateneo catanese. “È un primo percorso che consideriamo di grande rilevanza per la formazione dei futuri medici, nato in seno al rapporto istituzionale che vede il Presidente del Comitato Consultivo del Policlinico di Catania quale componente del Comitato d’indirizzo del Corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia”, spiega il prof. Agostino Palmeri. “Le istanze dei cittadini, mediate dagli organismi istituiti dalla legge regionale 5/2009 di riordino e qualificazione del Sistema Sanitario Regionale, i Comitati Consultivi e la Rete Civica della Salute rappresentano per la nostra Università e per la nostra vocazione di medici un irrinunciabile terreno di confronto, dialogo e approfondimento. Siamo convinti che queste tematiche, che derivano dalla relazione con i cittadini, rientrino a pieno titolo negli obiettivi formativi del corso di laurea e, al pari degli spunti che discendono dall’esperienza di chi già opera nel sistema sanitario, rappresentano per i nostri studenti un grande arricchimento, umano e professionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scuola universitaria di medicina la qualificazione del medico per rispondere ai bisogni dei cittadini

CataniaToday è in caricamento