menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alunni “concertisti” e “artisti” alla “Montessori-Mascagni” di Catania

Concerto musicale contro il disagio scolastico, rappresentazione teatrale anti-bullismo e consegna attestati, a coronamento di un Anno scolastico pieno di soddisfazioni per alunni, genitori ed insegnanti dell'Istituto scolastico del quartiere “San Leone”

Alunni di scuola media “concertisti” e “artisti” per un giorno, contro il disagio scolastico della “dispersione”, in concomitanza con la chiusura d'Anno scolastico. Un caleidoscopio di attività multicolori e dal multiforme ingegno organizzativo, ha caratterizzato la lunga giornata di chiusura d'Anno scolastico al Comprensivo “Montessori-Mascagni” di Catania, con manifestazione musicale, attività teatrale “anti-bullismo”, partecipazione ad attività anti-dispersione con stand in un centro commerciale, cerimonia di premiazione con svariati attestati per dare risalto alle eccellenze fra i banchi di scuola. L'istituzione scolastica ad indirizzo musicale di via Di Gregorio, “ha dato prova di saper impiegare le nostre risorse umane - ha illustrato il dirigente scolastico dell'Istituto, durante la manifestazione di fine Anno, preside Angelo D'Agosta - in maniera ottimale e variegata, attraverso l'incremento di un tempo-scuola di qualità, per contrastare ogni possibile forma di disagio, tenendo impegnati il più possibile i nostri ragazzi del quartiere di San Leone, fra le nostre mura scolastiche in attività curricolari ed extra-curricolari, in lezioni di strumento musicale, laboratori ed attività creative ed educative”. Ed è così, che l'affollata kermesse finale, fra alunni-attori in miniatura e genitori entusiasti al sèguito, a coronamento delle attività didattiche “targate” 2018/19, ha visto gli alunni della Secondaria di I grado del “Comprensivo” concludere il progetto laboratoriale “Per un teatro contro il bullismo”, con “la messa in scena di una piccola pièce teatrale - hanno commentato le insegnanti-ideatrici del lavoro, professoresse Agata Petrosino, Cinzia Proetto e Anna Amenta -, ossia un percorso laboratoriale sul palcoscenico del nostro teatro scolastico, che ha avuto come obiettivo principale quello di sensibilizzare i ragazzi, attraverso l’arte del teatro, sul fenomeno del bullismo, al fine di promuovere una cultura del rispetto e dell’accettazione di sé e dell’altro, così come di prevenire le diverse forme di prevaricazione e intolleranza”. “Un'esperienza questa - continuano le docenti -, che ha permesso ai ragazzi di conoscere il linguaggio teatrale, di sperimentarsi in un rapporto creativo con il loro corpo e di provare nuove modalità comunicative, acquisendo una maggiore conoscenza di sé stessi e delle loro capacità relazionali”. Lo spettacolo, nello specifico, ha visto la messa in scena di due sketch che raccontano due storie diverse ma tristemente uguali fino a formare un unico racconto i cui protagonisti sono adolescenti che, seppur in circostanze diverse, vivono sulla propria pelle il dramma del bullismo. "Abbiamo creduto molto in questa esperienza - concludono le insegnanti -, perché riteniamo che il teatro abbia una grande valenza educativa e possa costituire un’opportunità di crescita e di riscatto culturale e sociale per i nostri ragazzi”. “Questo spettacolo - ha aggiunto la vicepreside dell'Istituto, prof. Maria Disma -, tra le altre cose, ha voluto avere l’ambizione di suggerire riflessioni e di accendere i riflettori, su un tema che riguarda non solo bulli e vittime, ma la società nella sua interezza”. Il ricco programma di iniziative ospitate presso il teatro della “Montessori-Mascagni”, ha visto come seconda tappa, l'esibizione musicale degli alunni dell'orchestra della Scuola media: “Nonostante i concorsi vinti e le esibizioni fatte durante l'anno - chiarisce l'insegnate di violoncello Chiara D'Aparo -, quello del saggio di fine anno è un momento emozionante, un banco di prova su cui cimentarsi per i nostri alunni. Sebbene un po' tesi nei minuti iniziali, i ragazzi hanno dato prova di abilità e concentrazione, attitudini non irrilevanti per i giovani di oggi. Il nostro istituto accoglie un'utenza più che mai eterogenea e la scuola, grazie alle sue attività, con la musica in primis, offre opportunità di crescita personale e di sviluppo culturale”. Ed ecco i nomi, dei “concertisti” in erba. Violoncelli: Gabriele Platania, Mirko di Salvo, Mario Giuffrida, Noemi Manara, Jessica Di Bella, Federico Aiello, Marco Campanello, Roberta Monte, Giovanni Catania; violini: Agatino Scuderi, Sebastian Speciale, Emanuele Alecci, Alessandro Di Grazia, Amir Kebaili, Aurora Ambra, Desiree Mannino; batteria: Francesco Procaccianti; flauti: Naomi Famà, Marika Contarino, Davide Anastasi, Riccardo De Salve, Sofia La Delfa, Gabriele Cona, Gabriele Dell'Acqua, Davide D'Aquino; pianoforti: Nikolas Darie, Carola Carena, Riccardo Monte, Maria Marino, Martina Pitara, Giulia Cambria, Sofia Bonnici, Gessica Mangano. Insegnanti: Giorgio Barbagallo (pianoforte), Samantha Fidanza (violino) e Maurizio Burzillà (flauto). All'interno della manifestazione, si è anche provveduto alla consegna degli attestati relativi alle attività e ai progetti realizzati nel corso dell'anno scolastico giunto al capolinea. “Con grande soddisfazione da parte nostra - hanno commentato a fine giornata, le docenti d'Inglese Rossana Guida, referente del progetto, e Anna Maria Vizzini, che ha curato la preparazione degli alunni -, abbiamo consegnato gli attestati per il conseguimento della certificazione Trinity di Lingua inglese, di livello iniziale e base, a conclusione del Progetto di Potenziamento di Lingua Inglese, inserito nel “Ptof” d'Istituto e nel Piano di miglioramento dell’Offerta formativa, finalizzato allo valorizzazione delle eccellenze”. “Devo dire - ha concluso la prof. Guida -, che gli alunni hanno partecipato con entusiasmo alle attività svolte in orario extra-scolastico, conseguendo eccellenti risultati; conseguendo una certificazione spendibile sia nel mondo del lavoro che per il proseguimento degli studi”. Ecco i nomi dei 13 alunni di scuola media, neo “madrelingua” inglese “certificati”, a cui si vanno aggiunti i 26 bambini della Scuola primaria: Zioxini Pitas Acopiado, Simone Silvano Bonardi, Carola Carena, Angelo Marco Costantino, Davide D’Aquino, Emanuele Giuffrida, Gessica Agata Mangano, Desiree Mannino, Maria Marino, Dalila Laura Messina, Roberta Monte, Riccardo Monte e Lucrezia Agata Strano. Infine, “nell'ambito delle attività relative alla dispersione scolastica promosse dall'Osservatorio d'area numero 3 - ha concluso il dirigente scolastico Angelo D'Agosta -, il nostro Istituto è stato presente presso il Centro Sicilia con uno stand nell'area esposizioni, con la nostra orchestra che si è esibita sul vicino palco nelle scorse ore; inoltre abbiamo organizzato laboratori di arte e scienze”. I laboratori, sono stati curati dalle seguenti insegnanti del “Comprensivo”: professoresse Anna Amenta (coordinatrice attività), Chiara D'Aparo (direttrice d'orchestra), Nerina Longhitano (laboratorio d'Arte) e Francesca Stagno (laboratorio Scienze).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

social

L'Amt dona a dipendenti e abbonati circa 1000 borracce "green"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento