menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola Campanella Sturzo, dopo il furto riparte la didattica: interviene Ministro Azzolina

Il Ministero dell'Istruzione ha stanziato i fondi per le riparazioni: i danni ammontano a circa 50 mila euro

Nell'Istituto comprensivo "Campanella Sturzo" di Librino si lavora per tornare alla normalità dopo il furto di porte e finestre che ha impedito per qualche giorno lo svolgimento della didattica. Due gli episodi subiti dalla scuola catanese a breve distanza l'uno dall'altro: prima sono stati portati via cinque condizionatori d'aria nelle aule delle medie e, poi, giovedi' 21 gennaio, è toccato a porte e finestre nei padiglioni della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di secondo grado.

"Sono grata al Ministero dell'Istruzione per l'intervento tempestivo- commenta la dirigente dell'Istituto, Graziella Orto- e con queste azioni riusciremo a riprogrammare la didattica, ripristinare quello che e' stato portato via e installare un impianto di video sorveglianza. Ma le difficoltà e il senso di amarezza sono enormi - aggiunge la dirigente-. La valutazione dei danni subiti e' ancora da elaborare in maniera definitiva (il Comune di Catania parla di circa 50 mila euro, ndr). Si parla di un grande numero di porte e finestre in alluminio. Ora gli studenti della prima media sono tornati in classe nel plesso centrale dell'istituto, mentre seconde e terze stanno continuando con la didattica a distanza. Speriamo di accoglierle al più' presto nella sede centrale". Una ulteriore difficoltà' per la dirigente, che tuttavia non si abbatte. "Siamo pronti a ripartire e continuare per dare un segnale importante alle famiglie e agli alunni che sono il nostro punto di forza- aggiunge- Lavoriamo con loro e per loro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento