rotate-mobile
Scuola

Dl 36/2022, gli insegnanti scrivono al presidente Mattarella e lanciano una petizione online

Un gruppo di docenti ha inviato una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in cui chiedono la tutela del diritto costituzionale allo studio e al lavoro

A distanza di qualche giorno dall’approvazione del testo alla Camera, non si placa la protesta dei docenti italiani sul Decreto Legge 36/2022. Un gruppo di insegnanti, infatti, ha lanciato una petizione online, al fine di raccogliere quante più firme possibili e inviato una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in cui i docenti chiedono la tutela del diritto costituzionale allo studio e al lavoro, e la difesa degli articoli 21 e 33 della Costituzione italiana.

“Questo DL 36 – si legge - incentiva ancor di più la già inspiegabile disunione tra docenti con un aumento “una tantum”, introducendo nella scuola una politica aziendalista-selettiva, in contrapposizione con il vero ruolo pubblico dell’istituzione scuola. La riforma addirittura “premia” chi non partecipa alla mobilità, andando a ledere il diritto alla famiglia. Inoltre, il decreto non considera i precari, mettendo anche loro in concorrenza con i nuovi docenti, eludendo ancora una volta le richieste della Commissione europea di lotta all’abuso di precariato”.

Nella lettera, di cui riportiamo in allegato il testo originale, gli insegnanti pongono l’attenzione su cosa davvero serva per la scuola italiana:

  • contratto nazionale che è scaduto da ben 40 mesi (e con esso il nuovo sarebbe già vecchio perché anche quello sarebbe già scaduto da 4 mesi);
  • recupero degli 8 punti di inflazione; introduzione dell’indennità di rischio biologico che non è mai stata neanche presa in considerazione;
  • adeguamento degli stipendi più bassi di tutta Europa;
  • diritto al recupero del potere d’acquisto per tutti e ad un cambio di rotta che porti si ad aumenti economicamente sostenibili, ma anche e soprattutto socialmente accettabili; buoni pasto per i lavoratori della scuola che oggi ormai vedono i propri cari a tavola solo una, due volte la settimana.

lettera al Presidente della Repubblica-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dl 36/2022, gli insegnanti scrivono al presidente Mattarella e lanciano una petizione online

CataniaToday è in caricamento