Scuola, c'è l'ok al piano formativo per gli istituti superiori

A darne comunicazione e' l'assessore regionale all'Istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla

La giunta regionale siciliana ha approvato il nuovo Piano triennale dell'offerta formativa per gli Istituti tecnici superiori (Its). A darne comunicazione e' l'assessore regionale all'Istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla. La Regione Siciliana "intende sostenere l'ampliamento dell'offerta Its 2020-2022 rafforzando i percorsi gia' in essere introducendo ulteriori opportunita' formative, grazie al riconoscimento - si legge in una nota - di nuove sei Fondazioni". Queste nascono attraverso un sistema che mette in rete istituti scolastici superiori, imprese, universita', centri di ricerca ed enti locali, con la possibile partecipazione di soggetti privati ed aziende appartenenti all'area di riferimento di ciascun Its.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'obiettivo e' quello di accrescere la competitivita'` delle aziende in quanto i percorsi proposti dagli Its - spiega Lagalla - rispondono sia alla domanda di formazione espressa dai giovani che a quella del tessuto imprenditoriale regionale che necessita di profili professionali altamente specializzati soprattutto nei settori del turismo, dell'agroalimentare, dell'ambiente, delle tecnologie innovative e delle energie rinnovabili. La loro sinergia - aggiunge Lagalla - puo' rappresentare per la Sicilia un importante fattore di crescita economica ed e' proprio in questa direzione che il governo Musumeci ha deciso di puntare. Occorre avere una visione strategica e investire sui giovani e sulla formazione di competenze coerenti con il fabbisogno occupazionale locale, perche' se pensiamo che, nell'anno scolastico 2018/2019, in Italia, circa 220mila ragazzi non hanno proseguito gli studi, e' chiaro come la formazione terziaria possa costituire una valida occasione di crescita formativa e di inserimento occupazionale, soprattutto in Sicilia dove il numero di Neet presenta percentuali particolarmente elevate". Alle Fondazioni gia' esistenti (Its Archimede 'Tecnologie Innovative per i beni e le attivita' culturali' di Siracusa, Its 'Efficienza energetica' di Enna, Its Albatros 'Nuove tecnologie per il made in Italy' di Messina, Its 'Mobilita' Sostenibile e trasporti' e Its Steve Jobs 'Tecnologie dell'informazione e della comunicazione' di Catania) si aggiungono oggi: per la Sicilia occidentale l'Its Sicani 'Nuove tecnologie per il made in Italy - Agroalimentare' di Agrigento, l'Its Madonie 'Tecnologie e sistemi agroalimentari', l'Its Alessandro Volta 'Nuove tecnologie della Vita' e INFOMOBPMO Mobilita' sostenibile di Palermo, l'Its Emporio del Golfo 'Nuove tecnologie per il made in Italy' di Trapani e, per la Sicilia orientale, l'Its Aerospazio Sicilia 'Mobilita' sostenibile' di Ragusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento