menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritorno a scuola per le Superiori? Pagliarisi (Cisl): "Rientro sì, ma in totale sicurezza!"

"Ci troviamo d'accordo col governatore Musumeci: quindi più presìdi medici in tutte le scuole, rientro il primo febbraio, solo in presenza di screening di massa", dichiara il segretario generale della Cisl Scuola catanese, Ferdinando Pagliarisi

Sicurezza a livello epidemiologico, in primo luogo. Rientro a scuola sì, ma in totale sicurezza! Il prossimo lunedì, 1 febbraio, si torna alla “Scuola in presenza”? Senza più la Didattica a distanza? Ancora è presto per dirlo, parola del segretario generale della Cisl Scuola catanese, Ferdinando Pagliarisi. “La scuola in presenza - commenta il sindacalista -, se in sicurezza, è sempre da preferire all'utilizzo della Dad, o della cosiddetta Didattica digitale integrata. Ciò che però manca è il contorno, il contesto attorno al pianeta-scuola. Sembrerebbe, che da lunedì 1 febbraio, a meno di ulteriori restrizioni legate alla situazione epidemiologica, sarà la volta dei ragazzi delle Superiori, fare rientro gradualmente fra i banchi di scuola”.

Quindi, alla luce del rientro nei licei ed alle Superiori, col governatore Musumeci che ha chiesto uno screening, ci può dare già delle anticipazioni?

“Da più parti si invita alla prudenza, con la parola d'ordine di 'monitorare' il contagio da Coronavirus. Ci troviamo d'accordo col governatore Musumeci: quindi più presìdi medici in tutte le scuole, rientro solo in presenza di screening. Fra l'altro, la situazione politica nazionale, non aiuta a fare chiarezza sulle prossime decisioni e indicazioni di Governo e della Regione. Si può ipotizzare un rientro scaglionato a scuola, con solo il 50 per cento degli iscritti in presenza. Se in presenza di un calo di contagi, anche sul nostro territorio etneo, occorre guardare al calo di contagi negli ultimi giorni: questo certo è un ottimo elemento di ottimismo. Però ciò potrebbe non essere sufficientemente esaustivo, per garantire l'assoluta sicurezza di studenti, insegnanti, personale Ata e dirigenti. Sulle posizioni del presidente Nello Musumeci, abbiamo partecipato ieri ad una task-force presso il governo della Regione. Ebbene, l’assessore regionale all’istruzione e formazione, Roberto Lagalla, ci ha informato dell’impegno della regione sulle seguenti iniziative che saranno adottate in tutte le scuole: 1 febbraio ripresa delle lezioni in presenza di tutte le scuole, e delle scuole superiori al 50 per cento; mascherine adatte per i docenti dell'infanzia, primaria e di sostegno; screening anche agli studenti oltre i 14 anni; le USCA operative nelle scuole dove saranno effettuati i tamponi. Inoltre, l’assessore ci ha assicurato che a breve verrà emanata una circolare congiunta dell’assessorato all’Istruzione e assessorato alla Salute per specificare che eventuali ordinanze di chiusura delle scuole da parte dei sindaci, riferite a singoli territori, dovranno essere necessariamente supportate da una valutazione del rischio da parte dell’Azienda sanitaria provinciale competente. Ha inoltre confermato la definizione dei piani di potenziamento relativi al trasporto pubblico regionale e locale. Gli aspetti comunicati dall’assessore raccolgono le richieste avanzate nelle diverse riunioni dalla Cisl-scuola e dalla maggior parte dei soggetti componenti la task-force. Per tale motivo apprezziamo il lavoro e l’impegno profuso dall’assessore Lagalla. Ci auguriamo che siano immediatamente e puntualmente messe in atto. Abbiamo pochi giorni per cogliere l’obiettivo auspicato da tutti”.

Quindi, a suo giudizio, occorre tenere “duro” per qualche altra settimana, per un rientro alla normalità?

“Dico semplicemente - conclude il segretario catanese della sigla sindacale Cisl-Scuola - che se la Scuola è pronta alla riapertura, viceversa occorrono più mezzi pubblici messi a disposizione dei nostri ragazzi, con più corse e maggiori coperture orarie per portare gli studenti nelle strutture scolastiche; quindi più screening e più personale medico all'interno delle strutture scolastiche”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento