rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
La ricerca ha prodotto 55 risultati per 4 pagine.
Ricerca Avanzata
Operazione "Mezzaluna" contro lo spaccio in via Ustica, eseguite 34 misure cautelari | Video

Operazione "Mezzaluna" contro lo spaccio in via Ustica, eseguite 34 misure cautelari | Video

La particolare conformazione dei condomini di via Ustica, nota piazza di spaccio di San Giovanni Galermo, ha sempre facilitato il "lavoro" degli spacciatori che vendevano principalmente cocaina ed anche marijuana ed hashish, come sottolinea il dirigente della squadra mobile Antonio Sfameni. L'operazione antidroga "Mezzaluna", eseguita dalla polizia di Stato di Catania, ha stroncato una articolata rete criminale grazie all'esecuzione di trenta ordinanze di custodia cautelare in carcere. Il Gip ha poi convalidato gli arresti domiciliari per altri tre, mentre una persona è stata sottoposta all'obbligo di dimora

Droga comprata a Librino e San Giovanni Galermo e rivenduta a Palagonia e Ramacca | Video

Droga comprata a Librino e San Giovanni Galermo e rivenduta a Palagonia e Ramacca | Video

Le indagini dell'operazione "Family's Affair" hanno preso spunto dall'arresto di uno spacciatore nel 2018 per poi ricostruire un traffico di cocaina e marijuana comprata a Catania, nei quartieri di Librino e San Giovanni Galermo, e che poi era rivenduta in 'piazze di spaccio' a Ramacca e Palagonia con giovani utilizzati nei ruoli di "pusher" e di "vedette"

Operazione "Terza Famiglia", lo spaccio di droga e l'agguato ad Adrano

Operazione "Terza Famiglia", lo spaccio di droga e l'agguato ad Adrano

Nel corso delle indagini dell'operazione "Terza famiglia", durate due anni, sono stati sequestrati cinque fucili, tre pistole, una bomba a mano e munizioni ed è stato documentato il tentato omicidio ai danni dei due pregiudicati S. G. ed F.P., scaturito da contrasti connessi allo spaccio di cocaina, ecstasy, eroina e marijuana. Il gruppo capitanato da Cristian Lo Cicero, e collegato al clan Mazzei, gestiva un vasto traffico di stupefacenti principalmente ad Adrano, ma anche in altri comuni delle province di Catania, Caltanissetta, Enna e Ragusa. Nell'organizzazione era inserita anche una famiglia di nomadi "Caminanti", che operava nello spaccio di stupefacenti ad Adrano, in contrada Zizulli

Droga e telefoni in carcere, in due mesi guadagni per 25 mila euro | Video

Droga e telefoni in carcere, in due mesi guadagni per 25 mila euro | Video

Un mini telefono da 15-20 euro veniva rivenduto con prezzi decuplicati, così come la cocaina che raggiungeva i 100 euro al grammo durante le cessioni in carcere. La marijuana che abitualmente entrava era del tipo "skunk", molto diffusa ed apprezzata nelle piazze di spaccio catanesi. Nei due mesi di monitoraggio, gli inquirenti hanno registrato introiti per circa 25mila euro

CataniaToday è in caricamento