Storie di Sicilia - Il Toro di Wall Street targato 'Vittoria'

La famosa scultura che possiamo trovare a New York e che rappresenta il simbolo della ripresa finanziaria americana è stata realizzata dal siciliano Arturo Di Modica

Forse in pochi sanno che il famoso Charging Bull, il toro che campeggia a New York nei pressi di Wall Street, è opera dell'audace artista, originario di Vittoria, Arturo Di Modica.

Laureatosi all'Accademia delle Belle Arti a Firenze, con l'intento di favorire la diffusione dell'arte nella società, nel 1973 partì alla volta di New York, dove cominciò a realizzare statue in marmo.

Dopo averle costruite, spesso, insieme ad alcuni suoi amici, cercava di piazzarle nelle zone della città. Ma non essendo facile posteggiare strutture di grandi dimensioni e di grande peso, Arturo ed i suoi amici venivano spesso braccati dalla polizia. 

Quando però nel 1987, nel tentativo di incoraggiare la popolazione americana che stava dovendo attraversare una profonda crisi finanziaria, decise di posizionare un forte e vigoroso Toro nei pressi della borsa newyorkese.

Dopo aver passato ben due anni a costruirla (3,2 tonnellate di peso), decise di posizionarla dove si trova oggi la notte del 16 dicembre 1989. I dirigenti della Borsa chiesero di rimuoverlo, ma furono una sparuta minoranza.

Successivamente è stato disposto lo spostamento della scultura da Piazza della Borsa al Parco di Bowling Street, all'inizio della Broadway Street nel Financial District per rappresentare ancora meglio il simbolo del rialzo e della ripresa finanziaria americana. 

E' diventato oramai un 'must' per tutti i turisti che passano di lì toccare le 'palle' del Toro per scaramanzia in cerca di fortuna e denaro. Il successo è stato tale che l'artista ha realizzato sculture dello stesso genere anche in altre parti del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento