Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Coloro che hanno effettuato il pagamento potranno richiedere, in presenza dei requisiti, il relativo rimborso entro il 10 novembre 2020

Scadrà il 10 novembre alle ore 23.59, il termine per presentare la domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto per l’anno 2020 (Legge regionale 12 maggio 2020, n. 9, articolo 7, commi 4 e 5).

I cittadini che avessero già pagato il bollo auto per l’anno 2020 possono comunque presentare l’istanza di esenzione e chiedere il rimborso: vanno indicati gli estremi del pagamento e come si vuole che le somme siano accreditate.

I cittadini che vogliono fare richiesta (e che possiedono i relativi requisiti) devono avere a disposizione i seguenti documenti: copia del libretto auto; documento di identità in corso di validità; redditi richiesti. Per redditi si intende: i redditi di lavoro dipendente, di lavoro autonomo, di impresa; i redditi derivanti dal possesso di terreni e fabbricati (se locati), i redditi fondiari.

A tali redditi è necessario aggiungere, se percepiti, anche alcuni redditi fiscalmente esenti: le retribuzioni corrisposte da enti e organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche, consolari e missioni; le retribuzioni corrisposte dalla Santa Sede e dagli enti centrali della Chiesa cattolica; i redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera e in Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo; il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato a imposta sostitutiva nel caso di applicazione del regime agevolato previsto per i “contribuenti minimi” e per “nuove iniziative produttive”; il reddito derivante dalla locazione di immobili abitativi assoggettato al regime sostitutivo della c.d. “cedolare secca”.

Successivamente alla generazione dell'istanza, quest'ultima, scannerizzata, insieme a copia in pdf del documento di riconoscimento, deve essere inviata via pec al seguente indirizzo: esenzione2020.privato@PEC.sicilia.aci.it. Come titolo della PEC bisogna esclusivamente inserire il codice identificativo dell'istanza che viene automaticamente generato dalla pagina una volta terminata la sua compilazione e dato l'ok.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento