rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Costume e Società

I detenuti del carcere minorile di Nisida, sul palco di Sanremo e in mostra a Catania

"Non tutte le parole sono uguali e non tutte arrivano sul palco dell'Ariston", dice Francesca Fagnani sul palco dell'Ariston che ha letto un testo scritto con alcuni ragazzi detenuti nel carcere minorile di Nisida, protagonisti anche di un mostra in corso a Catania

"Non tutte le parole sono uguali e non tutte arrivano sul palco dell'Ariston", dice Francesca Fagnani sul palco dell'Ariston che ha letto un testo scritto con alcuni ragazzi detenuti nel carcere minorile di Nisida. "Vogliamo che la gente sappia che non siamo animali, non siamo bestie, non siamo killer per sempre". "Hanno picchiato, rapinato, ucciso e alla domanda sul perché non hanno risposta. Per trovarla bisogna andare al giorno prima, al mese prima, alla settimana prima, a una vita prima".

La Fagnani punta i riflettori sul valore della scuola. "Se chiedi cosa cambieresti della tua vita? Rispondono 'Sarei andato a scuola' Solo tra i banchi puoi intravedere una vita alternativa. La scuola però l'hanno abbandonata nessuno li ha mai cercati: né i presidi, né gli assistenti sociali", sottolinea la giornalista. Sono gli stessi ragazzi protagonisti, come ricorda lo stesso Amadeus, degli scatti di Yarin Trotta del Vecchio in mostra nella galleria catanese 2LAB di via Plebiscito 172.

Due amici sulla scogliera, un giovane nel bosco e una ragazza che accarezza un coniglio accovacciato sulle sue mani. E le sbarre. Una raccolta raccolta fotografica sulla libertà dei giovani detenuti. Il manifesto della mostra ritrae un ragazzo a braccia aperte nel Mediterraneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I detenuti del carcere minorile di Nisida, sul palco di Sanremo e in mostra a Catania

CataniaToday è in caricamento