Storie di Sicilia - Etimologia della parola 'vastasu'

Nella sua accezione originaria il 'vastasu' non era affatto una persona dalle maniere poco consone; ecco come questo aggettivo si è trasformato nel corso del tempo

Normalmente, quando pronunciamo o sentiamo pronunciare la parola 'vastasu', si pensa ad un insulto di cattivo gusto nei confronti di qualcuno.

La sua etimologia è da far risalire al greco, in particolar modo al sostantivo 'bastazon', ossia portatore, facchino. In questa sua prima accezione non aveva un significato assolutaente negativo. 

Ma questo aggettivo è noto anche nelle varianti 'bastasu e bastagiu' che derivano da un contesto religioso e popolare. Il 'vastasu' era infatti colui che per devozione decideva di portare la vara sulle spalle in occasione di cerimonie sacre. 

Quindi con questa parola ci si poteva riferire ad un intero ceto che aveva questa usanza (il curato Don Epifanio Lojacono fa specifico riferimento alla processione della Madonna della Favara in provincia di Palermo). 

Solo successivamente, e per estensione, con questo aggettivo si è fatto riferimento a persone di bassa estrazione e dedite a mestieri umili che non conoscendo le usanze o le buone maniere si comportavano in maniera poco consona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento