Martedì, 19 Ottobre 2021
social

Flazio: 9 anni di attività per il 'site-builder' made in Catania

Sono oltre 1 milione in tutta Italia i siti web costruiti grazie alla piattaforma, che solo nell’ultimo anno è cresciuta del +80%

Flazio (www.flazio.com), il Site Builder italiano (nello specifico catanese) nato nel 2011, è arrivato al nono anno di attività. Nato con la volontà di rendere più accessibile ai non addetti ai lavori il mondo della progettazione di siti web, Flazio.com ha innovato il mercato dei siti web, riducendo drasticamente i prezzi medi per la loro realizzazione e rendendo il web più accessibile a tutti.

Sono oltre 1 milione in tutta Italia i siti web costruiti grazie alla piattaforma, che solo nell’ultimo anno è cresciuta del +80%. 

Nel 2011, quando Flazio.com ha visto la luce, il mondo del web aveva un aspetto decisamente diverso e sebbene la comunicazione digitale fosse già parte integrante della quotidianità di migliaia di utenti, in pochi avrebbero potuto immaginare quanto pervasiva sarebbe diventata negli anni successivi - racconta Flavio Fazio, Fondatore e CEO di Flazio.com - L’intuizione di Flazio.com è stata proprio quella di cogliere come l’evoluzione della piccola media impresa italiana passasse per una digitalizzazione che aveva bisogno di strumenti semplici e democratici per attuare il cambiamento”. 

Secondo Registro.it, l’anagrafe dei domini italiani, gestito dall’Istituto di informatica e Telematica che opera all’interno del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche e Istituto di informatica e Telematica) il 30 settembre del 2011 in Italia erano presenti 2.254.592 siti web registrati con il dominio .it mentre al 31 agosto 2021 ne contiamo ben 3.426.919.  

Secondo recenti rilevazioni, il Nord italiano raccoglie ben il 53,8% dei domini.it, al Centro è localizzato il 22,9% mentre al Sud il 23,2%. È il Trentino Alto Adige che guida, con il tasso di presenza più alto, davanti a Lombardia, Toscana, Valle d’Aosta, Piemonte e Veneto .

In questi anni molti sono stati i fattori esogeni che hanno portato ad uno sviluppo del web, tra i quali una dirompente pandemia, che ha rimescolato le carte del come e quanto gli italiani vivono il mondo digitale, accelerando la nascita e la crescita di siti web anche nel territorio nostrano. In tutto il 2020 sono stati registrati 592.821 nuovi siti a dominio .it, il 13,2% in più rispetto al 2019. 

Ciò si traduce in una demografia digitale italiana cresciuta di oltre 4 punti percentuali (4,20%), per un totale di 3.374.790 siti .it in Rete al 31 dicembre 2020. Flazio.com, in questo contesto, può ormai essere considerata una realtà consolidata, con 1,2 milioni di ricavi nel 2020 e con una crescita stimata dell’+80% .

Gli utenti danno sempre più per scontato che un professionista o un’azienda abbiano una propria presenza online e che, la presenza su un social network, sia supportata da un più solido sito web propietario cui fare riferimento per ogni approfondimento. Ecco perché le aziende, in maniera crescente, cercano di costruirsi una presenza online stabile e coerente.

Nell’anagrafica dei domini italiani, le imprese rappresentano oltre il 50% della tipologia di utenti che registrano un dominio, contro appena il 32% delle persone fisiche.

Sono però i liberi professionisti a fare la differenza: quasi 30.000 i nuovi domini registrati nel 2020, la presenza digitale di questa categoria è cresciuta del 35% in un solo anno. Va tenuto in considerazione anche che vendita di beni o servizi mediante proprio sito web nel 2020 riguardava ben il 17,4% delle imprese italiane dai 3 addetti e oltre. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flazio: 9 anni di attività per il 'site-builder' made in Catania

CataniaToday è in caricamento