rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
social

“Giornate FAI per le scuole” dal 21 al 26 novembre - I beni aperti a Catania e provincia

Visite esclusive per le scuole a cura degli Apprendisti Ciceroni del FAI da lunedì 21 novembre a sabato 26 novembre 2022

Tornano nella settimana dal 21 al 26 novembre le “Giornate FAI per le scuole”, manifestazione tutta dedicata alle scuole che da undici anni il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS organizza, su modello delle Giornate FAI di Primavera e d’Autunno, la più grande festa italiana di piazza dedicata alla promozione del patrimonio di storia, arte e natura del Paese. 

Le Delegazioni di migliaia di volontari della Fondazione, diffusi e attivi in tutte le regioni, apriranno oltre cento luoghi speciali che saranno visitati da studenti iscritti al FAI con la loro classe. Le classi “Amiche FAI” saranno guidate da altri studenti, appositamente formati per l’occasione dai loro insegnanti in collaborazione con il FAI: gli Apprendisti Ciceroni. 

Migliaia di ragazzi saranno “Ciceroni” per un giorno: accoglieranno ragazzi come loro portandoli alla scoperta di chiese, palazzi, parchi e giardini storici, monumenti e istituzioni del loro territorio, raccontandone la storia, mostrandone i capolavori e i particolari curiosi, e trasmettendo così ai loro pari un valore, che loro per primi hanno scoperto in un’esperienza che non dimenticheranno, che li renderà cittadini più consapevoli e attivi, primi difensori e promotori del patrimonio culturale dell’Italia.

Giornate Fai per le scuole

I BENI APERTI IN SICILIA

CATANIA - Città della Scienza - La Città della Scienza si trova in una zona un tempo periferica della città di Catania, ove sorgeva l'antica zona industriale etnea. È situata nei locali di una ex raffineria di zolfo dalla fine degli anni Novanta quando, sull'onda della città della Scienza di Napoli e grazie all'utilizzo di fondi europei, l'Università degli Studi di Catania decise di procedere all'acquisto dell'immobile e al relativo restauro, creando cinque aree interattive: Vita, Robot, Bit, Eureka!, Spazio, rispettivamente dedicate alla biologia, alla robotica, all'informatica, alle scoperte scientifiche e all'astronomia. Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico Statale Galilei.

ACIREALE (CT) - Chiesa di San Martino - La chiesa di San Martino sorge lungo la via omonima dove anticamente si trovava uno dei quattro accessi alla città di Acireale, quello detto delle “cerze di San Martino”. La memoria di questo luogo è testimoniata dalla presenza di un piccolo edificio, l'antica guardiola doganale, dove venivano esercitati sia il controllo e la difesa del territorio sia la riscossione del dazio sulle merci in entrata e in uscita. La chiesa, allora periferica, edificata nel 1660 da Marcantonio De Maria, si ritrova oggi in un contesto completamente stravolto dalla costruzione di palazzi moderni. Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Statale Archimede di Acireale.

BRONTE (CT) - Chiesa di San Blandano - La chiesa di San Blandano (o Brandano) è posta al centro di Bronte di fronte alla casa natale dello storico brontese Benedetto Radice e sull'omonima via affaccia l'ingresso principale mentre, all'interno, un corridoio laterale collega la sacrestia con via Annunziata. Ormai inesorabilmente schiacciata dalle costruzioni adiacenti in cemento armato, costruite in aderenza alla chiesa, San Blandano conserva ben poco dell'originaria armoniosa struttura classicheggiante. L'interno è a navata unica rettangolare.

L'organo della chiesa, posto nella cantoria, è stato realizzato nel 1762 e restaurato nel 2012 dal maestro Francesco Oliveri, è tra i più antichi della provincia di Catania. La chiesa era originariamente adorna di cinque altari; i quattro laterali sono stati abbattuti alcuni anni fa, allo scopo di allargarla. Le sue antiche origini e l’estesa devozione dei brontesi verso San Blandano sono dimostrate anche dalle scritture dei registri matrimoniali e battesimali (la prima menzione della chiesa ivi riportata è del 1693) dove figura che molti erano i cittadini chiamati con il nome di Blandano, ai nostri giorni completamente scomparso e dimenticato. Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Superiore Istituto Superiore "Ignazio Capizzi" di Bronte.

CALTAGIRONE (CT) - Biblioteca Diocesana - La Biblioteca Diocesana Mario e Luigi Sturzo si trova nel Complesso Monumentale dei Frati Minori Conventuali, sede della Diocesi di Caltagirone. Nucleo iniziale del patrimonio librario, oltre che dalle opere utilizzate per la formazione dei seminaristi sin dal 1822, è rappresentato dalle donazioni del canonico Salvatore Aprile Chiarandà (1818-1882) e monsignor Saverio Gerbino (1814-1898), Vescovo di Caltagirone dal 1887; si aggiunsero successivamente altre donazioni. Apprendisti Ciceroni dell’IPSIA Carlo Alberto dalla Chiesa di Caltagirone.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giornate FAI per le scuole” dal 21 al 26 novembre - I beni aperti a Catania e provincia

CataniaToday è in caricamento