Sabato, 18 Settembre 2021
social

Mercato auto 2020: perdite in Italia per 10 miliardi, aumenta la percentuale delle 'inquinanti'

Il mercato dell'auto nel 2020 ha subito una perdita di circa 10 miliardi di euro: in Italia c'è un problema, ossia quella dell'eccessiva presenza di auto obsolete e quindi inquinanti

Il 2020, causa Covid-19, è stato ovviamente un anno funesto per il mercato dell'auto. La conferma arriva dall'UNRAE, Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri).  Sono stati persi 10 miliardi di euro rispetto al fatturato 2019

Questo comporta che al momento in Italia c'è una presenza di 38,5 milioni di vetture, ma il 30% di queste appartiene alla categoria da Euro 0 ad Euro 3 (ossia con almeno 15 anni di anzianità). 

C'è quindi una percentuale di auto obsolete e quindi inquinanti molto alta, del 56%. Unica nota positiva l'aumento dell'acquisto di auto elettriche del 4,3%, anche se continuano a mancare in molte zone le colonnine (2,7 ogni 100 km contro 4,7 della media dell'UE).

Ha visto crescere il proprio 'indotto' nel 2020 anche il settore del 'noleggio a lungo termine' con un +15,2%. Anche in questo caso però l'Italia resta al di sotto della media europea  perchè in Italia c'è una possibilità di ammortizzare del 20% ed una detraibilità IVA del 40%, mentre negli altri paesi è del 100%.

La crisi ha ovviamente colpito anche il settore dei carburanti: -16.6% per il diesel, -21,2% per la benzina. Si tratta però per la maggior parte di cali dovuti ad un minore utilizzo delle auto durante il periodo della pandemia Covid-19.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato auto 2020: perdite in Italia per 10 miliardi, aumenta la percentuale delle 'inquinanti'

CataniaToday è in caricamento