rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
social

FlixBus si consolida nel Catanese - Dal 23 giugno anche ad Acireale

D'ora in poi si viaggerà senza cambi anche fra Palermo, Catania e Messina Collegate in tutto 25 località siciliane tra capoluoghi, borghi e mete balneari

Con l’avvicinarsi dell’estate, FlixBus scommette nuovamente sulla Sicilia e si consolida sull’intero territorio regionale, collegando 25 località con il Continente

Con questo potenziamento, la società punta a creare vantaggi sia per i passeggeri siciliani sia per il territorio stesso: da un lato, chi parte dall’Isola potrà raggiungere ancora più destinazioni in tutta Italia senza cambi, e, con una sola coincidenza, arrivare perfino in molte città estere grazie alle numerose interconnessioni disponibili all’interno della rete degli autobus verdi.

Fra gli altri, ad avvantaggiarsi del potenziamento di rete in Sicilia saranno i visitatori provenienti dall’estero, che grazie al sistema di prenotazione di FlixBus, disponibile in 30 lingue anche su sito e app, potranno prenotare con facilità i propri spostamenti sia dalle altre regioni italiane sia all’interno della Sicilia stessa.

Verranno potenziati i collegamenti operativi verso Catania e Messina, che diventano raggiungibili fino a tre volte al giorno da città come Roma, Milano e Firenze.

Si potrà arrivare a Catania e Messina più volte al giorno anche da molti altri importanti centri del Sud, come Cosenza e Napoli, e del Nord, come Torino, per un totale di oltre 50 località collegate in tutta Italia. In Sicilia occidentale, Trapani andrà ad aggiungersi dal 23 giugno a Palermo, collegata con città come Roma, Milano e Firenze, e a Mazara del Vallo e Castelvetrano, collegate con Roma.  

A tutto ciò si aggiungono le prime tratte regionali di FlixBus in Sicilia, che permetteranno sia ai passeggeri siciliani che ai visitatori in arrivo nel territorio di spostarsi con facilità fra Palermo e Catania (in 2 ore e mezza, fino a 3 volte al giorno), fra Catania e Messina (in circa 1 ora e un quarto, fino a 5 volte al giorno) e fra Messina e Palermo (in circa 4 ore, fino a 3 volte al giorno). Allo stesso tempo, l’efficientamento delle rotte interregionali con mete meno battute dell’Isola consentirà di valorizzare il partimonio locale secondo angolazioni nuove e prospettive inedite.

È il caso di località di interesse artistico o storico-culturale come Caltagirone, Siracusa, Lentini, Ragusa, Modica, Enna o Agrigento, che potranno assistere a un aumento negli arrivi grazie ai collegamenti attivi con le altre regioni. FlixBus permetterà inoltre di raggiungere dal Continente anche le località costiere di Taormina, Acireale, Augusta, Licata, Porto Empedocle, Siculiana, Montallegro, Sciacca e Menfi, oltre che le città di Caltanissetta, Canicattì e Gela.

Tra i principali collegamenti, si possono riportare, a titolo di esempio:

Verso Caltagirone, Licata e Gela: da Roma
Verso Siracusa e Augusta: da Napoli, Salerno, Bari e Foggia
Verso Ragusa e Modica: da Firenze, Napoli e Salerno
Verso Lentini: da Firenze
Verso Enna, Caltanissetta, Canicattì e Agrigento: da Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma e Napoli
Verso Taormina: da Cosenza e Lamezia Terme
Verso Acireale: da Lamezia Terme
Verso Porto Empedocle, Siculiana, Montallegro, Sciacca e Menfi: da Roma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FlixBus si consolida nel Catanese - Dal 23 giugno anche ad Acireale

CataniaToday è in caricamento