Pensioni: assegni errati da parte dell'INPS, cosa succederà

Errore dell'INPS, che nel mese di gennaio ha corrisposto a circa 100.000 pensionati un assegno previdenziale errato: i rimborsi saranno automatici

Gennaio non è stato un bel mese per circa 100.000 pensionati, che per un errore dell'INPS hanno ricevuto un assegno previdenziale più basso del previsto. Lo stesso istituto ha ammesso l'errore, parlando di 'anomalie' sui calcoli dei rinnovi delle pensioni.

L'ammanco riguarda in particolar modo gli assegni che vanno dagli € 1.405 agli € 2.100. La riduzione è dovuta al fatto che il bonus Poletti (l'aumento previsto dal Governo Renzi) è stato annullato per sbaglio, sopprimendo così il conguaglio del 2020, che prevedeva l'aumento del 2019. 

Per fortuna l'INPS ha assicurato di aver corretto l'errore e che il rimborso sarà automatico sull'assegno che verrà corrisposto nei prossimi mesi.

Ragione per la quale colui che si è visto ridurre la pensione non deve fare assolutamente nulla. L'INPS ha già l'elenco dei pensionati penalizzati e che devono essere rimborsati. Non è necessario attivare alcun tipo di protesta e/o segnalazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento