social

Nuova informativa privacy di Whatsapp: cosa cambia in Italia ed in Europa

Sono ancora accese le polemiche riguardo l'aggiornamento dei termini e condizioni di Whatsapp che tutti gli utenti dovranno necessariamente accettare entro il 15 maggio 2021 per continuare ad utilizzare l'app

Sarà sicuramente arrivata sugli smartphone di tanti utenti il messaggio di Whatsapp con il quale l'app di messaggistica avverte che 'stanno per essere aggiornati i propri termini e l'informativa sulla privacy'. 

In primis le nuove condizioni d'uso avrebbero dovuto essere accettate entro l'8 febbraio, successivamente si è deciso di posticipare la data al 15 maggio 2021.

La decisione dello slittamento sulla carta è stata presa per permettere agli utenti di capire le novità. Nella realtà si sta cercando di far diminuire le polemiche che si sono create intorno, secondo le quali questo aggiornamento potrebbe violare le norme sulla privacy.

L'azienda ci ha tenuto a precisare che, come già accade, nè Whatsapp ne Facebook possono leggere i messaggi privati ed ascoltare le chiamate, possono tenere traccia delle persone chiamate o vedere la posizione condivisa, non si possono condividere i contatti di Whatsapp con Facebook, i gruppi restano privati. 

Le uniche informazioni che Facebook utilizza da Whatsapp sono i numeri di telefono, la frequenza di apertura dell'applicazione ed il tempo del suo utilizzo, la risoluzione dello schermo del dispositivo, la posizione stimata (non dal GPS ma dalla connessione internet). Ed utilizza queste informazioni per assicurarsi che funzioni correttamente. 

In Europa non le può utilizzare per aiutare gli sponsor a mostrare un annuncio su Facebook e non le potrà utilizzare nemmeno dopo questo aggiornamento grazie alla presenza del Regolamento Generale per la Protezione dei Dati che è in vigore dal 2018 in tutta l'Unione Europea.

Al di fuori dell'Unione Europea diventerà obbligatoria la condivisione di dati tra Whatsapp ed Instagram, con la conseguenza che si potranno scambiare informazioni riguardanti il numero di telefono, la rubrica dei contatti, i messaggi di stato ed altre informazioni e questi dati saranno utilizzati a scopo commerciale da Facebook ed Instagram per targhetizzare l'utente e mostrargli sui suoi social delle pubblicità personalizzate.

Per quanto riguarda Whatsapp Business, anche in Europa, negozianti e servizi commerciali potranno comunicare tra di loro tramite l'app di messaggistica (circostanza che non era permessa in precedenza). 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova informativa privacy di Whatsapp: cosa cambia in Italia ed in Europa

CataniaToday è in caricamento