rotate-mobile
Venerdì, 31 Maggio 2024
publisher partner

La cucina italiana incontra quella giapponese in un ristorante sushi gourmet a Catania

Lo chef Ramiro Reinoso regala un’esperienza culinaria che unisce tradizione e innovazione

Si sa, in una nazione come l’Italia, famosa in tutto il mondo per la sua incomparabile tradizione culinaria, le imprese inserite nell’ambito della ristorazione sono innumerevoli e spesso legate alla cultura di ogni regione. Dalla classica trattoria, al ristorante stellato, dalla nostra amata pizza, alle ricette gourmet, la scelta è pressoché infinita.

Dietro a ogni realtà imprenditoriale però, esiste una storia. Una storia fatta di sacrifici, di esperienza, di passione e dedizione, elementi che spingono una persona a prendere in mano la propria vita e, grazie a un mix di coraggio e inventiva, a creare qualcosa di nuovo.

Quello che, a tal proposito, è stato in grado di realizzare lo chef Ramiro Reinoso è qualcosa di unico nel suo genere: la fusione tra l’inimitabile cucina italiana e la tradizionale cucina giapponese, dando vita al ristorante MoMA.

Una storia di esperienza e passione

È a soli 18 anni che Ramiro Reinoso, di origine palermitana, parte per Rimini con un volo di sola andata, per iniziare la sua avventura come chef nella ristorazione giapponese. Il suo viaggio e la sua passione si spostano presto in città come Bologna, Milano e Napoli, per poi tornare nuovamente in Sicilia.

La meta prescelta questa volta è Catania, luogo in cui decide inizialmente di avviare, per conto terzi, uno dei sushi bar più rinomati della città. Gli anni di esperienza e dedizione nella gestione della cucina, gli permettono di cambiare la visione del sushi nella sua amata isola e di aprire per loro altri tre ristoranti tra Siracusa e Catania.

È infine nel 2021 che decide di avviare un locale esclusivamente suo, scegliendo la città di Noto e raggiungendo un grande successo nell’estate dello stesso anno. Trattandosi di un locale ad apertura stagionale, alla fine del 2022 torna a Catania e apre il MoMa, portando per la prima volta la Japanese Cuisine Gourmet e rivoluzionando il modo di rappresentare la tradizione giapponese, con l’obiettivo di diffondere cultura, tradizione e qualità.

moma sushi-4

Dove la materia prima unisce Oriente e Occidente

Ciò che lo chef Ramiro Reinoso è stato in grado di realizzare è la creazione di uno spazio in cui creatività e innovazione si uniscono per creare un mix di sapori ineguagliabili, diventando fonte di ispirazione per l’intera città. Impegno, passione ed esperienza hanno attirato l’attenzione di celebrità a livello nazionale, come Chef Giuseppe Raciti, Selvaggia Lucarelli, Lorenzo Biagiarelli.

L’Oriente incontra l’Occidente grazie a un menu ricco di originalità, che affianca alle materie prime di qualità della cucina giapponese, prodotti eccezionali di origine siciliana. Uno dei piatti forti, simbolo di tale fusione, è Alice, un Uramaki ispirato alla pasta alla palermitana, con un tocco di Giappone: croccante all’interno, con Philadelphia, cover di Alici marinate in un salsa giapponese, maionese al basilico di produzione artigianale, pinoli e uva passa. Un accostamento curioso, che al palato risulta molto delicato e apprezzato anche da parte di chi non è abituato a mangiare alici.

moma sushi-3

Quando la scelta non è lasciata al caso

La location, dallo stile essenziale e al contempo elegante e attento ai dettagli, è situata in Via del Bosco, una posizione centrale, facile da raggiungere per i clienti provenienti da Catania e comoda per le consegne a domicilio, che possono raggiungere qualsiasi punto della città. È infatti attivo il servizio di delivery e take away, novità per l’anno appena iniziato.

Al momento fornito di 16 coperti, il ristorante offre ai propri ospiti un ottimo servizio in un ambiente caldo e ospitale, che presto si allargherà, grazie all’allestimento di un giardino interno, che permetterà di cenare all’aperto durante l’estate.

moma sushi-5

Per scoprire l’esperienza che il ristorante regala ai propri clienti, è possibile consultare il sito internet www.moma.kuokko.com. Sul sito è possibile, inoltre, prenotare un tavolo compilando il FORM. Essendoci solo 16 posti a sedere, è importante prenotare con largo anticipo per assicurarsi un'esperienza unica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CataniaToday è in caricamento