rotate-mobile
publisher partner

Le nuove tecnologie al servizio del nostro udito

Scopri come i miracoli della scienza possano aiutarci a combattere i problemi uditivi

I cinque sensi sono la nostra finestra sul mondo, ognuno di essi ci consente di apprezzare appieno le meraviglie della natura e della vita.

L’udito ci consente di apprezzare i suoni, la voce delle persone che amiamo, la bellezza della musica e tutte quelle melodie che la nostra terra offre.

Per questa ragione è importantissimo proteggerlo e tutelarlo da tutto ciò che lo può danneggiare.

La tecnologia oggi, per nostra fortuna, ha fatto passi da gigante sia nel campo della prevenzione che nel campo della cura di tutte quelle patologie che hanno rovinato il nostro udito.

La tecnologia al servizio del nostro udito

In campo medico sono disponibili una grande quantità di apparecchi che possono permetterci di tornare a sentire, le protesi acustiche.

Le protesi acustiche sono piccoli apparecchi composti da un microfono, un amplificatore, un altoparlante e una batteria che alimenta tutti questi componenti, ne esistono di varie tipologie ognuna di queste adatte alle singole necessità del paziente.

Protesi Retroauricolari: BTE o STANDARD e sono caratterizzate di una piccola protesi contenuta in un guscio che si posiziona dietro al padiglione auricolare.

La trasmissione dei suoni all’interno dell’orecchio avviene grazie a un piccolo tubo che incanala il suono verso al condotto uditivo ed è ancorato grazie ad un piccolo auricolare

Le protesi endoauricolari sono caratterizzate per la loro piccolissima dimensione e si inseriscono direttamente all’interno del padiglione auricolari, come le ITE o STANDARD.

Impianti Cocleari: sono piccoli dispositivi elettronici utilizzati nelle casistiche più gravi o quando l’ipoacusia è grave o profonda. Lo scopo del dispositivo è quello di stimolare direttamente il nervo acustico bypassando la parte danneggiata dell’orecchio convertendo il suono in impulso elettrico in modo da stimolare l’udito naturale del paziente. 

Impianti a conduzione ossea: sono dei dispositivi medici che trasmettono il suono direttamente all’orecchio interno per conduzione diretta attraverso l’osso saltando orecchio esterno e medio.

Questi sistemi sono caratterizzati da piccolo impianti in titanio, un pilastro di connessione e un processore del suono che elabora il segnale acustico.

Questi apparecchi sono utilizzati per curare un’ipoacusia trasmissiva. 

I professionisti dell’udito

Come abbiamo potuto constatare la tecnologia ha fatto passi da gigante per quanto riguarda la cura di queste patologie, è tuttavia necessario rivolgersi a dei professionisti che sappiano consigliare e capire quale sia la soluzione più adatta ad ogni condizione medica.

Professionisti come lo staff del Centro Sordità di Catania che da oltre 10 anni si occupa della correzione dei difetti acustici tramite queste protesi altamente tecnologiche.

La dottoressa Giorgio Alice e il dottor Marco Pastorello del Centro Sordità di Catania vi seguiranno nelle fasi iniziali di diagnosi e di comprensione della condizione medica e della scelta dei migliori prodotti per rispondere alle vostre esigenze, e lo staff si occuperà anche della cura e della manutenzione.

Professionalità, cortesia e competenza sono i valori fondamentali che contraddistinguono lo staff del Centro Sordità che si pone l’obiettivo di risolvere i vostri problemi all’udito e permettervi di tornare a sentire la voce delle persone che più amate.

Per rimanere aggiornati sul Centro Sordità di Catania potete seguire le pagine Facebook e Instagram o il sito internet

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CataniaToday è in caricamento