rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Sport

Il Catania Beach Soccer perde contro il Terracina e saluta lo scudetto

Il sogno degli etnei si è subito infranto alla Beach Arena di Cagliari, dove sono stati sconfitti a sorpresa per 4-3 dai laziali

Il sogno scudetto del Catania Beach Soccer si è subito infranto alla Beach Arena di Cagliari, dove è stato sconfitto a sorpresa per 4-3 dal Terracina nel primo match in programma in terra sarda. Dopo appena 1 minuto, bordata di Antonio, deviata da Eliott sulla traversa piena. I rossazzurri passano in vantaggio al 4’ grazie al solito gol di Gori, che riceve la sfera da Ozu Moreira e realizza con una conclusione chirurgica alla sua destra. Il Terracina non si scompone e ha nel suo portiere volante, lo svizzero Eliott, un abile stoccatore dalla  distanza. Bravo Paterniti in tuffo ad opporsi.

Catania che potrebbe raddoppiare, Borer ruba palla a Frainetti, assist per Zurlo, che manca il controllo, fallendo, così, una ghiotta opportunità. Gli avversari crescono di intensità, rendendosi pericolosi con la sforbiciata di Alla a lambire il “legno”. I biancazzurri pareggiano quasi allo scadere del tempo, quando Eliott disegna un’incredibile parabola all’incrocio dei pali. In avvio di seconda frazione, i siciliani si riportano avanti nel punteggio: Zurlo va a segno in rovesciata, finalizzando una pregevole azione corale. I laziali riequilibrano, comunque, nuovamente la situazione al 3’ con Alla, pronto nel correggere la corta respinta di Battini sul tiro di Duarte. Il Terracina opera il sorpasso al “giro di boa” dell’incontro. Borelli, abile nel dialogare con Duarte, vola in campo aperto e fulmina Battini per il 3-2.

Sotto di una rete, gli etnei si proiettano costantemente in attacco. Al 9’ Frainetti interviene in maniera scomposta su Sanfilippo, rigore e giallo. Penalty che Sanfilippo spreca malamente, calciando docile tra i guantoni di Eliott. Nonostante questo grave errore, la compagine allenata da Marcello Mendes sigla il 3-3 sull’ennesima acrobazia di Zurlo. Nel palpitante finale del match, si susseguono le emozioni da una parte e dall’altra. Al 3’ l’episodio che decide la sfida: angolo di Frainetti, avvitamento di Belardinelli, Gori tocca involontariamente il pallone con il braccio, arbitri che non esitano a indicare gli estremi per il penalty, trasformato con freddezza da Duarte, che spiazza Battini per il 4-3. Allora il Catania assedia l’area e il Terracina si proietta in contropiede, ma il risultato non cambia più.

Catania-Terracina 3-4 (1-1; 2-2; 0-1)
Marcatori: 5’pt Gori (C), 11’pt Eliott (T); 2’st Zurlo (C), 4’st Alla (T), 7’st Borelli (T), 11’st Zurlo (C); 3’tt rig. Duarte (T).
Catania BS: Battini, Paterniti, De Nisi, Gori, Zurlo, Sanfilippo, Antonio, Fred, Campagna, Ozu, Borer. All. Mendes.
Terracina BSC: Monti, Duarte, Alla, Belardinelli, Borelli, Eliott, Perotti, Possamai, Bartolomeo, Raphael, Frainetti, Lauretti. All. D’Amico.
Arbitri: Longo di Paola e Gosetto di Schio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Catania Beach Soccer perde contro il Terracina e saluta lo scudetto

CataniaToday è in caricamento