Catania-Chievo 2-1 | Almiron prende il Catania sulle spalle: è sesto posto

Una doppietta di Almiron, per la prima volta stagionale in rete, permette al Catania di battere 2-1 un Chievo piuttosto arrendevole svegliatosi solo nel finale. Per i rossoazzurri è sesto posto in classifica

Prosegue l'impressionante continuità al Massimino del Catania: i rossoazzurri di Maran, infatti, battono anche il Chievo per 2-1 e salgono al sesto posto in classifica. A decidere il match è stata una doppietta di Almiron, mattatore dell'incontro, che rende vano il gol nel finale di Andreolli.

IL MATCH - La gara comincia con ritmi piuttosto blandi e il primo episodio degno di nota è un giallo arbitrale: al 12', su un cross da sinistra, Castro, schierato titolare a sorpresa al posto di Barrientos, anticipa Dainelli che tocca l'argentino in piena area di rigore. Per l'arbitro Peruzzo non c'è fallo da rigore e la gara prosegue. Il Chievo si sveglia e quattro minuti dopo i clivensi costruiscono una buona palla gol: Luciano va via a destra e lascia partire un cross sul quale Thereau, favorito da un velo di Pellissier, calcia di prima intenzione mettendo la sfera alta non di molto. La prima pericolosa conclusione a rete del Catania arriva al 23' per merito di Gomez: il 'Papu' si libera sui venticinque metri e lascia partire un destro secco che lascia immobile Sorrentino ma sfiora il palo alla sinistra del portiere clivense. Tre minuti dopo, invece, il piccolo fantasista argentino si divora un gol enorme: direttamente su un rilancio di Andujar lisciato da Dainelli, Gomez si ritrova a tu per tu con Sorrentino, graziato da un tiraccio del numero diciassette rossoazzurro che mette sul fondo. Il Catania sale di tono e alla mezz'ora ci prova dal limite Castro dopo un'ottima triangolazione con Doukara, subentrato all'infortunato Bergessio, ma il tiro a giro del giocatore sudamericano è debole e Sorrentino blocca senza problemi. I rossoazzurri non riescono a dare continuità al loro forcing e si arriva così al duplice fischio di Peruzzo, non prima però di due brividi nel finale provocati da amnesie di Andujar: su due corner susseguenti, il portiere argentino prima liscia la sfera provocando la quasi autorete di Legrottaglie mentre poco dopo respinge malissimo regalando palla a Dainelli che da due passi calcia alto. Il Catania tira un sospiro di sollievo e al riposo è 0-0.

La ripresa comincia con i rossoazzurri subito alla ricerca dei tre punti e dopo solo due minuti Marchese, sugli sviluppi di un'azione d'angolo, colpisce di testa da buona posizione mettendo però al lato. Non perdona, invece, Almiron al 51': su un corner da destra di Gomez, infatti, l'argentino anticipa Dainelli e con un'inzuccata precisa trafigge l'incolpevole Sorrentino per il gol del meritato vantaggio etneo. I veronesi non si rendono mai pericolosi e al 67' il Catania spreca l'occasione per chiudere il match: Lodi pesca al limite dell'area piccola Doukara il quale, di testa, mette incredibilmente al lato. Il Chievo si fa vivo dalle parti di Andujar per la prima volta al 69' con Thereau che prova il destro a giro dal limite dell'area trovando la pronta risposta in tuffo di del numero uno etneo. E' un fuoco di paglia e la gara si chiude al minuto numero ottantacinque grazie al bellissimo gol che sancisce la doppietta di Almiron: l'argentino prende palla a sinistra, si accentra approfittando della marcatura troppo morbida di Sardo e lascia partire un destro a giro che si insacca imparabilmente sul secondo palo. I rossoazzurri allentano la tensione e all'89' Pellissier sfiora il gol con un sinistro potentissimo che centra in pieno il palo. I clivensi trovano il gol della bandiera al 93' con Andreolli, bravo a battere di testa Spolli e a trafiggere Andujar ma è troppo tardi: al fischio finale il Catania vince 2-1 e sale a quota diciannove punti in classifica.

LA SVOLTA DEL MATCH - La giornata di grazia di Almiron ha fornito la svolta del match. In una gara dai toni piuttosto bassi, infatti, le due bellissime segnature del centrocampista argentino hanno spaccato la partita permettendo al Catania di issarsi a quota diciannove punti e arrivare al sesto posto in classifica.

TABELLINO

CATANIA(4-3-3) - Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Biagianti(29'Izco), Lodi, Almiron; Castro, Bergessio(26'Doukara), Gomez(76'Barrientos). A disposizione: Frison, Terracciano, Bellusci, Capuano, Potenza, Rolin, Salifu, Ricchiuti, Morimoto. Allenatore: Rolando Maran.

CHIEVO(4-3-1-2) - Sorrentino; Sardo, Dainelli, Andreolli, Dramè; Guana, Vacek(79'Paloschi), Hetemaj(64'Di Michele); Luciano(77'Cofie); Thereau, Pellissier. A disposizione: Puggioni, Viotti, Farkas, Jokic, Cesar, Stoian, Moscardelli, Samassa. Allenatore: Eugenio Corini

Arbitro: Peruzzo di Schio

Marcatori: 51' e 85'Almiron(Ca), 93'Andreolli(Ch)

Espulsi: Nessuno

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Hetemaj(Ch), Castro(Ca), Alvarez(Ca), Luciano(Ch), Sardo(Ch)

LE PAGELLE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento