Roma-Catania 2-2 | Spettacolo a raffica: il Catania si salva con fortuna

L'esordio in campionato del Catania non tradisce: all'Olimpico, contro la nuova Roma di Zeman, i rossoazzurri pareggiano 2-2 dopo un'altalena di emozioni e gol da cineteca. Nei gol di Marchese e Gomez, però, pesano due offside non sanzionati

Un Catania cinico ma molto fortunato esce indenne dalla tana della nuova Roma di Zeman: i rossoazzurri di Rolando Maran, infatti, pareggiano all'Olimpico per 2-2 per effetto delle reti di Marchese e Gomez per i rossoazzurri e di Osvaldo e il giovanissimo Lopez per i capitolini(entrambi i gol bellissimi). Tanta fortuna, comunque, per l'undici etneo visto che entrambe le reti degli 'elefanti' sono viziate da posizioni di fuorigioco non sanzionate dalla terna arbitrale.

IL MATCH - La partita inizia con ritmi altissimi ma, ciò nonostante, Stekelenburg e Andujar dormono sonni tranquilli fino al 13', minuto della prima conclusione pericolosa: Almiron su punizione da trenta metri lascia partire una sventola che esce alla destra del portiere olandese per una questione di centimetri. I ritmi, complice anche il grande tasso di umidità, scendono vorticosamente e gli unici tentativi di tiri in porta arrivano su azioni da fermo. Su una di queste, al 29' il Catania passa in vantaggio: uno schema su punizione porta al tiro Almiron ma la conclusione dell'argentino viene ribattuta da Osvaldo. Sul rimpallo la sfera termina fra i piedi di Marchese, nettamente oltre la linea difensiva giallorossa al momento del tiro del compagno, il quale a tu per tu con Stekelenburg lo trafigge con un sinistro preciso sul secondo palo. La Roma non punge e al 43' il Catania ha addirittura l'occasionissima per il raddoppio: Bergessio fa da sponda al limite per Barrientos il quale inventa un filtrante fantastico per l'inserimento di Gomez. Il 'Papu', a tu per tu con Stekelenburg, si intimidisce e tira debole e centrale permettendo al portiere olandese di bloccare in due tempi. All'intervallo, quindi, il Catania è in vantaggio sulla Roma per 1-0.

La ripresa parte con i capitolini che premono da subito sull'acceleratore e in un minuto sfiorano per due volte il gol del pareggio: al 48' Lamela su punizione impegna in tuffo Andujar mentre sul corner seguente Osvaldo, lasciato colpevolmente solo in area da Bellusci, colpisce il palo di testa. Il Catania, anche con un po' di fortuna, resiste alla sfuriata dei giallorossi fino al 60', minuto nel quale Osvaldo si inventa un gol da cineteca: De Rossi dai venticinque metri pesca con un lob l'ex attaccante dell'Espanyol il quale di prima intenzione trova una rovesciata ad incrociare che sancisce il bellissimo gol dell'1-1. Nel momento migliore della Roma, il Catania torna nuovamente in vantaggio: su una veloce ripartenza, Lodi, in sospetta posizione di offside, trova l'inserimento a sinistra di Gomez. Il 'Papu', lasciato colpevolmente solo da Piris, questa volta non si intimorisce e trafigge Stekelenburg con un preciso rasoterra a incrociare di sinistro. Quando la partita si avvia senza altri sussulti alla conclusione, nel recupero succede di tutto: al 92' il giovanissimo Lopez, entrato una manciata di minuti prima al posto di Totti, salta con un sombrero Alvarez e al volo di sinistro trafigge Andujar sul primo palo siglando un altro bellissimo gol che vale il 2-2. Sul ribaltamento di fronte Castro, dopo una percussione personale, scavalca Stekelenburg con uno scavetto ma si vede strozzare l'urlo in gola dalla traversa che respinge la sua conclusione. All'Olimpico, quindi, dopo una girandola di gol, emozioni e spettacolo, Roma e Catania pareggiano 2-2.

LA SVOLTA DEL MATCH - Gli errori della terna arbitrale hanno sancito il pareggio finale fra le due compagini: su entrambi i gol etnei, infatti, pesano delle posizioni irregolari, prima di Marchese e poi di Lodi, non sanzionate dalla terna arbitrale. Senza gli errori dei De Marco e dei suoi assistenti, con tutta probabilità la gara sarebbe terminata con un risultato diverso.

TABELLINO

ROMA(4-3-3) - Stekelenburg; Piris, Castan, Burdisso, Balzaretti; Bradley, De Rossi, Pjanic(72'Florenzi); Lamela(72'Marquinho), Osvaldo, Totti(86'Lopez). A disposizione: Lobont, Taddei, Romagnoli, Tachtsidis, Bojan, Marquinhos, Perrotta. Allenatore: Zdenek Zeman.

CATANIA(4-3-3) - Andujar; Alvarez, Bellusci, Legrottaglie, Marchese; Biagianti(85'Sciacca), Lodi, Almiron; Barrientos(66'Castro), Bergessio(76'Antenucci), Gomez. A disposizione: Frison, Terracciano, Capuano, Spolli, Salifu, Llama, Ricchiuti, Doukara, Morimoto. Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: De Marco di Chiavari

Marcatori: 29'Marchese(C), 60'Osvaldo(R), 69'Gomez(C), 92'Lopez(R)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Bradley(R), Burdisso(R), Alvarez(C), Marquinho(R), Marchese(C)

LE PAGELLE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento