Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Calcio Catania, conferenza Sigi: "Proposta di Tacopina impossibile. Servono 4 milioni da qui a metà giugno"

Conferenza stampa congiunta di Sigi e Calcio Catania a Torre del Grifo. L'avvocato Ferraù fa il punto della situazione in casa Catania

Conferenza stampa congiunta di Sigi e Calcio Catania a Torre del Grifo. L'avvocato Ferraù fa il punto della situazione in casa Catania. Parole che arrivano dopo le dichiarazioni rilasciate ieri da parte di Joe Tacopina.

“Abbiamo creduto tutti che fosse arrivata una risorsa importante dall’estero - spiega Ferraù - Abbiamo accolto Tacopina come presidente del Catania, l’abbiamo presentato alla città. Abbiamo lavorato sette mesi insieme per portare il debito dove voleva l’investitore. A febbraio si sarebbe potuto stipulare il contratto. Noi lavoravamo per ridurre il debito. Il contratto si sarebbe potuto stipulare, mancavano ancora degli aspetti ma si sarebbe potuto stipulare. Tra gennaio e febbraio abbiamo preso accordi con diversi creditori, li dovevamo pagare. In questo Joe Tacopina ci è venuto incontro, ha fatto un bonifico di 800 mila dollari e a fronte di questo pagamento sarebbe potuto entrare in quel momento nel Catania, ma ha preferito aspettare che risolvessimo la situazione e che arrivasse una risposta dall’Agenzia delle Entrate".

“Non abbiamo mai posto condizioni, - continua Ferraù - abbiamo detto che se l’Agenzia delle Entrate o il Comune di Mascalucia avessero esagerato con i numeri ne avremmo risposto noi. La verità è che Tacopina è rimasto un po’ alla finestra, legittimo, ma oggi non è più tempo di rimanere alla finestra. La proposta ricevuta venerdì è una proposta impossibile, impossibile nella realizzazione. Chiedere un’omologa entro 15-20 giorni e saldare circa tre milioni di euro. In questi giorni ho chiesto a Tacopina di entrare in Calcio Catania con 3 milioni domani e prendere il 51% del club e prendere la presidenza. Tacopina rischiamo insieme, al di là dei parametri iscrizione, rischiamo insieme"

“Chi metterà i soldi? Non sappiamo come finirà, stiamo lavorando sul 17 maggio dove ci saranno i parametri Covisoc - conclude - Oggi è prematuro dire chi metterà i soldi. Tutte le interlocuzioni, anche quella con Tacopina, verranno portate avanti fino al 25-30 maggio, poi decideremo il da farsi"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Catania, conferenza Sigi: "Proposta di Tacopina impossibile. Servono 4 milioni da qui a metà giugno"

CataniaToday è in caricamento