Disfatta Catania e allarme difesa: prima vittoria per la Pro Vercelli

Incubo in casa rossoazzurra e prima sconfitta della stagione. Ancora 3 gol subiti e tante amnesie difensive. L'iniziale vantaggio siglato da Martinho e l'inferiorità numerica dei padroni di casa non riescono a rendere in discesa la strada del Catania, che gioca male e perde meritatamente

Continua l'incubo "fase difensiva" in casa Catania. La prima gara esterna dei rossoazzurri decreta la vittoria della Pro Vercelli per 3-2. Tanti, troppi 3 gol subito contro una neo-promossa. Soprattuto alla luce dell'iniziale superiorità numerica maturata dopo l'espulsione di Cosenza tra i padroni di casa. La sfida contro la Pro Vercelli doveva essere sulla carta facile, ma in realtà si è rivelata un vero e proprio incubo. Può questo Catania, alla luce del risultato odierno, recitare un ruolo da protagonista? E' ancora presto per dirlo, ma le prime due uscite dei rossoazzurri non lasciano ben sperare. Il prossimo test contro il Perugia potrebbe dare ulteriori indicazioni: intanto la piazza etnea rimane fortemente scossa.

LE PAGELLE

INIZIO BLOCCATO. Il Catania piomba a Vercelli e l'impatto si vede. La nuova dimensione della serie b entra nel vivo e i rossoazzurri respirano un'aria nuova sin dalle prime battute. Partita molto fisica e bloccata nelle fasi iniziali, con un agonismo superiore rispetto agli standard della serie A. La sorpresa arriva intorno al 20' minuto, quando è la Pro Vercelli a rendersi pericolosa per prima: i rossoazzurri soffrono infatti sugli esterni e sia Peruzzi che Monzon non riescono a contenere le scorribande dei padroni di casa che giocano di rimessa. Tocca quindi a Frison superarsi e respingere ben due volte i tiri velenosi scagliati da Di Roberto.

L'equilibrio della partita salta però alla mezz'ora circa, quando Cosenza rifila un colpo gratuito ai danni di Cani. L'arbitro vede ed estrae il cartellino rosso dopo essersi consultato con il quarto uomo. Il Catania approfitta velocemente dell'uomo in più e passa in vantaggio grazie ad una perla di Martinho, arrivato alla conclusione dopo uno scambio stretto con Monzon. La prima fase di gioco si chiude senza più emozioni.

IL CATANIA GIOCA MALE NONOSTANTE LA SUPERIORITà NUMERICA. Inspiegabilmente il Catania non riesce a sfruttare la superiorità numerica. Passaggi lenti e prevedibili, bloccano la manovra in fase offensiva. Il pericolo arriva ancora una volta dalla Pro Vercelli, in particolare dagli esterni di gioco. Peruzzi non riesce a contenere gli avversari e dopo un cross dall'out di sinistra arriva il pareggio di Marchi, lasciato colpevolmente solo da Spolli.

Da questo momento in poi i pericoli numeri uno sono 2: il primo la difesa del Catania, con un'ingenua espulsione rimediata da Sauro per doppia ammonizione. L'altro ha un nome suggestivo, Ronaldo. Il fantasista della Pro Vercelli scalda il destro e fa male al Catania con due punizioni velenose. La prima si trasforma in gol sulla ribattuta, in seguito alla dormita colossale della difesa rossoazzurra. La seconda si trasforma in rete con la complicità di Frison.

TABELLINO PRO VERCELLI-CATANIA 3-2

Pro Vercelli (4-3-3): Russo; Germano, Cosenza, Coly, Scaglia; Matute (34’1t Bani), Scavone, Ronaldo; Di Roberto (23’2t Ragatzu), Marchi, Belloni (35’2t Liviero).

Catania (4-2-3-1): Frison; Peruzzi, Spolli, Sauro, Monzon; Calello (42’2t Garufi), Rinaudo; Martinho, Rosina, Castro (23’2t Marcelinho); Cani (38’2t Leto)

MARCATORI:  33’1t Martinho (C); 15’2t Marchi (P), Belloni (P), Rosina (C), Ronaldo (P)

AMMONITI: Castro (C), Marchi (P), Coly (P), Rinaudo (C), Sauro (C), Ragatzu (P).

Espulsi Cosenza, Sauro (C)

ARBITRO: Luigi Nasca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento