Sport

Catania corsaro al "Partenio Lombardi": vittoria esterna contro l'Avellino

I rossazzurri rialzano la testa dopo la prova poco convincente contro la Turris e vanno ad espugnare un campo difficile. Tre punti che sono ossigeno per la squadra di Raffaele. Autogol di Miceli e gol del solito Pecorino. I padroni di casa accorciano le distanze con l'ex Riccardo Maniero

foto avellinotoday

Il Catania rialza la testa e vince in casa dell'Avellino. Lo fa non sbagliando l'approccio alla gara sin dalle battute iniziali. Nel primo tempo il 3-5-2 di Raffaele funziona grazie ai quinti che spingono bene e si rendono pericolosi. Pinto in particolare ci prova di testa, palla poco alta sopra la traversa. Le altre occasioni arrivano con tiri dalla distanza, uno di Maldonado impegna l'estremo difensore Leoni, che si rifugia in calcio d'angolo.

La densità nella fase offensiva del Catania è preminente rispetto agli attacchi dell'Avellino totalmente assenti. La squadra di Braglia, dopo alcuni turni di stop a causa dell'emergenza Covid-19 nel gruppo squadra, fatica per tutto il match a trovare misure giuste e spunti interessanti.

Il Catania concretizza quanto creato nella ripresa, prima con l'autogol di Miceli, sugli sviluppi di un cross da destra di Welbeck, e dopo con il gol di testa di Pecorino, nato da una bella trama di gioco e dal cross di Biondi. Il gioiellino con la maglia numeri 21 impatta bene e si dimostra subito efficace sin dalle prime battute. 

Il ritorno dell'Avellino è tutto nel diagonale di Fella prima e nella giocata individuale di Maniero poi, bravo a confezionare il più classico dei gol dell'ex con una bella giocata e tiro dal limite forte e ben angolato. Incolpevole Confente. In vista della doppia sfida casalinga contro Bisceglie e Cavese, ottimi i tre punti conquistati dai rossazzurri su un campo tutt'altro che semplice. 

TABELLINO AVELLINO-CATANIA 1-2 (aut. Miceli 50', Pecorino 67'; 90' Maniero)

Avellino (3-4-1-2): Leoni; Dossena, Miceli, Nikolic; Ciancio, De Francesco, Silvestri (Rizzo 53′), Burgio (Tito 64′); Fella, Santaniello (Maniero 64′), Bernardotto.

Catania (3-5-2): Confente; Silvestri, Claiton, Zanchi; Calapai (Albertini 73′), Rosaia (Biondi 63′), Maldonado (Noce 88′), Welbeck, Pinto; Reginaldo (Sarao 73′), Pecorino (Piovanello 88′).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania corsaro al "Partenio Lombardi": vittoria esterna contro l'Avellino

CataniaToday è in caricamento