Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport

Calcio Catania deferito dalla procura federale su segnalazione della Covisoc

"Per non aver documentato agli Organi Federali competenti l'avvenuto deposito della fideiussione bancaria a prima richiesta dell'importo di euro 600.000 nei termini stabiliti dalla normativa federale" nonché "per non aver documentato agli Organi Federali competenti l'avvenuto pagamento delle ritenute Irpef"

Deferito il Calcio Catania per irregolarità amministrative. Un comunicato apparso nel sito ufficiale della Figc recita ufficialmente che "Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il legale rappresentante pro-tempore della società Calcio Catania, Carmelo Antonio Milazzo “per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto deposito della fideiussione bancaria a prima richiesta dell’importo di euro 600.000 nei termini stabiliti dalla normativa federale” nonché

“per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo fino al mese di aprile 2015”. La società è stata deferita a titolo di responsabilità diretta.

CONSEGUENZE. Il Catania potrebbe quindi andare incontro alla penalizzazione di ulteriori due punti in classifica, uno per ognuno dei due adempimenti mancati. Il club rossazzurro dovrebbe inoltre presentare, con ogni probabilità, una memoria difensiva. Si attendono ulteriori sviluppi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Catania deferito dalla procura federale su segnalazione della Covisoc

CataniaToday è in caricamento