rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Vittoria al cardiopalma

Calcio a 5, vittoria all'ultimo respiro per la Meta Catania

La Meta Catania porta a casa lo Skymatch, battendo 3-2 360GG Monastir dopo una gara tirata e con tanti sprechi. La squadra rossazzurra era reduce da quattro turni senza vittoria, tanti rimpianti e tante assenze hanno limitato il gruppo

La vittoria del coraggio, quello di coach Tarantino nell'inserimento del power play a due minuti dalla fine. Il successo sta anche nelle prestazioni super di Tornatore e Musumeci e nello spirito battagliero di tutto il gruppo che con il colpo finale di Nelson Lutin caccia via con tre punti pesantissimi un periodo complicato. La Meta Catania porta a casa lo Skymatch, battendo 3-2 360GG Monastir dopo una gara tirata e con tanti sprechi.

Quattro turni senza vittoria per la Meta Catania, molti rimpianti e tante assenze hanno limitato il gruppo nelle scorse giornate. Tarantino a Salsomaggiore ripesca l’arruolabile Tornatore tra i pali e riabbraccia in difesa Bocao. Possibilità dal primo minuto per Podda con Vaporaki e capitan Musumeci a completare il roster. I sardi avevano la stessa sete di punti, con una sola vittoria nelle ultime quattro gare.

Primo tempo aperto, con una Meta Catania che non da punti di riferimento e prova con la velocità del giro palla ad impensierire la formazione sarda. Ai rossazzurri manca la cattiveria sotto porta, perché le occasioni non mancano. Vaporaki dirige, Musumeci strappa: sul piede di Podda e Bocao le occasioni più nitide per cercare il vantaggio. Sul finire del primo tempo due buone parate di Tornatore ad evitare beffe dopo le innumerevoli palle gol sprecate dalla Meta Catania. Fine primo tempo a reti inviolate, ma con tanti rimpianti per la formazione di Tarantino.

Nella ripresa la gara entra nel vivo: dopo pochi secondi Tornatore risponde subito presente blindando la porta, mentre Musumeci carica le batterie per il super gol. Il capitano della Meta, al secondo minuto, porta palla al piede dalla sua area, supera due avversari tra dribbling e velocità, prima di far sedere il portiere e depositare la rete del vantaggio. 1-0 per i rossazzurri che però dura poco: dormita su palla inattiva e rete del pareggio di Dani Chino, tutto da rifare per la formazione di casa. Al sesto due interventi ottimi di Tornatore, attento e preciso, prima del nuovo vantaggio segnato da Alonso. Lo spagnolo al minuto nove sull’out di destra va a puntare, sterzando verso il centro, poi l'uno-due con Vaporaki e tiro di punta ad anticipare il portiere per il 2-1. Meta Catania che anche in questa circostanza non riesce a conservare il vantaggio: appena sessanta secondi dopo la rete di Alonso, la titubanza di Podda apre alla doppietta e al pareggio di Dani Chino che dalla distanza sorprende Tornatore, 2-2. Gara viva, rossazzurri che tornano in zona offensiva con il solito Musumeci: in spaccata al volo pesca sul secondo palo un compagno tutto solo che non riusciva a ribadire in porta. Dall'occasione etnea al rigore per la Monastir, ma dal dischetto l’ex Quintairos si fa ipnotizzare dal superbo Tornatore che evita il sorpasso. A quattro dalla fine ancora Tornatore presente con un doppio intervento, la Meta Catania spreca invece l’azione di Nelson Lutin e Alonso che in spaccata non trova la porta sguarnita. La Meta Catania vuole però la vittoria e a due dal termine Tarantino prova il power play. Il rischio premia la voglia dei rossazzurri che riescono a sfondare con Nelson Lutin: il 3-2 arriva dopo la giocata di Musumeci e il grande colpo del francese che consegna la vittoria. 

Di seguito il tabellino della gara

META CATANIA-360GG MONASTIR 3-2 (0-0 p.t)


META CATANIA: Tornatore, Podda, Vaporaki, Bocao, Musumeci, Messina, Silvestri, Pulvirenti, Alonso, Lutin, Corallo, Dovara. All. Tarantino

360GG MONASTIR: Timm, Murga, Murroni, Moura, Quintairos, Etzi, Mattana, Chino, Munoz, Cianchi, Arzu, Cara. All. Podda

MARCATORI: s.t. 2'10" Musumeci (M), 2'55" Chino (360), 8'38" Alonso (M), 9'46" Chino (360), 18'59" Lutin (M)

AMMONITI: Quintairos (360), Alonso (M), Etzi (360)

ARBITRI: Andrea Cini (Perugia), Alessandro Cannizzaro (Ravenna), Giulio Colombin (Bassano del Grappa) CRONO: Giacomo Voltarel (Treviso)

NOTE: al 12'35" del s.t. Tornatore (M) para un rigore a Quintairos (360)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, vittoria all'ultimo respiro per la Meta Catania

CataniaToday è in caricamento