rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Calcio

Il Calcio Catania che verrà, assessore Parisi a Catania Today: "Ecco tempi e modello bando"

La redazione di Catania Today ha raggiunto l'assessore allo sport del comune di Catania, Sergio Parisi, per scandire le tappe della ripartenza del calcio nella città etnea

Il Catania che verrà. La piazza rossazzurra prova a scrivere un nuovo libro calcistico e per farlo dovrà attendere alcune tappe. La palla passa adesso al Comune di Catania per pianificare una ripartenza che sarà inevitabilmente da una categoria minore e con un nuovo titolo sportivo, passando da un bando che l'amministrazione comunale dovrà stilare. Il Comune dovrà inoltre richiedere alla Federazione il nuovo titolo sportivo e istituire una commissione che valuterà le varie proposte imprenditoriali pronte ad arrivare sul tavolo. La redazione di CataniaToday ha raggiunto l'assessore allo sport del comune di Catania, Sergio Parisi. 

"Primo passo -spiega Parisi - sarà quello relativo alla delibera di giunta per avviare il percorso, con la possibilità poi di fare una manifestazione d'interesse e individuare il soggetto che possa gestire il Catania, partendo dall’interregionale. Faremo richiesta alla Figc per avere la possiblità di sfruttare regolamento Noif e fare una manifestazione di interesse. La nuova realtà che uscirà fuori dalla manifestazione di interesse, avrà paletti ben precisi, non potranno esserci soggetti delle passate amministrazioni del Calcio Catania, il nuovo soggetto dovrà avere solidità economica e finanziaria"

C'era una volta il Calcio Catania, cronaca di un danno sportivo ed economico per un'intera città

Quali i precedenti? "Stiamo valutando modelli e manifestazioni di interesse pubblicate di recente a Palermo, Bari e Novara, piu recente quanto avvenuto a Palermo, sentiremo anche la Figc e chiederemo autorizzazione. Stiamo facendo di tutto per farci trovare pronti, abbiamo qualche settimana in più essendosi conclusa anzitempo la stagione del Catania.

"Fino ad oggi in questi mesi - conclude Parisi - l'amministrazione comunale non ha avuto voce in capitolo, c'era il tribunale come soggetto e i relativi bandi, non potevamo influenzare qualsiasi trattiva. Adesso la palla passa all'amministrazione comunale". Sulla concreta possibilità che il Catania non si alleni più a Torre del Grifo e quale possibile alternativa per gli atleti in maglia rossazzurra, Parisi conclude: “Ci faremo trovare pronti anche su questo aspetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Calcio Catania che verrà, assessore Parisi a Catania Today: "Ecco tempi e modello bando"

CataniaToday è in caricamento