rotate-mobile
Calcio

Calcio Catania, stipendi pagati: in campo contro Vibonese, resta partita tribunale

Scongiurato il potenziale svincolo dei calciatori dopo la messa in mora della società. Intanto l'attenzione da piazza Verga è tutta per l'evoluzione dello stato di salute del club, aspetto debitorio in prima istanza, e sulle potenzialità legate al futuro

Sigi paga gli stipendi del Calcio Catania. Lo fa attraverso l'aiuto esterno di una holding svizzera-inglese, multinazionale attiva nel mercato delle energie rinnovabili. Scongiurato così il potenziale svincolo dei calciatori dopo la messa in mora arrivata lo scorso 22 ottobre. Resta la penalizzazione in classifica da scontare e che arriverà per non aver rispettato il termine della scadenza. In vista della partita contro la Vibonese in programma al "Massimino" alle 20.30, una notizia che rasserena i giocatori di Baldini, sempre comunque in grado di offrire prestazioni di alto livello sin qui.

La partita più importante da giocare resta però quella davanti al tribunale, con l'udienza prefallimentare del Calcio Catania fissata per giorno 16 novembre. L'attenzione da piazza Verga è tutta per l'evoluzione dello stato di salute del club, aspetto debitorio in prima istanza, e sulle potenzialità legate al futuro e sulla sostenibilità del progetto. Tutto ciò che concerne infatti il pagamento degli stipendi è relativo alla gestione ordinaria dell'attuale proprietà, ma viene portato avanti con fatica e grazie all'ennesimo aiuto esterno, questa volta in termini di sponsorizzazione, dopo quello arrivato al momento dell'iscrizione al campionato anche da parte dei tifosi. 

A questo scenario va aggiunta l'eredità del passato e l'ingente massa debitoria, aspetti questi che verranno attentamente valutati dalle parti di piazza Verga per capire se è ancora possibile un futuro per l'attuale Calcio Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Catania, stipendi pagati: in campo contro Vibonese, resta partita tribunale

CataniaToday è in caricamento