rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

Catania SSD, aspettative e futuro di Gianluca Litteri in rossazzurro

Le dichiarazioni dell'attaccante del Catania, Gianluca Litteri, al "Massimino". Il calciatore ha risposto alle domande dei giornalisti sulla stagione vissuta alle pendici dell'Etna e sul proprio futuro

L'attaccante del Catania Gianluca Litteri ha parlato ieri in sala stampa dopo la fine degli allenamenti svoltisi allo stadio "Angelo Massimino". "È ovvio che vorrei giocare di più come qualsiasi calciatore - ha detto il calciatore rossazzurro -. Mi alleno e sono integro fisicamente. Per trovare una condizione ottimale servirebbe più minutaggio. Io resto a disposizione del mister se mi volesse fare giocare. Il tecnico fa le sue scelte e io le rispetto, ognuno ha il proprio ruolo. Nessuna polemica: io penso che la sua sia una scelta tecnica".

"Nei mesi scorsi sostanzialmente mi allenavo ma evidentemente in quel momento non rappresentavo la scelta adatta per l'allenatore - spiega Litteri -. Il mio futuro? La società farà le proprie valutazioni. Io cerco di dare sempre il massimo ed essere più professionale possibile. Questa per me è una vetrina per stimolare il club a riconfermarmi l'anno prossimo. Io vorrei rimanere. Stimo il vice presidente Grella e so che la cosa è reciproca. Penso al presente. Adesso non ha senso concentrarmi sul futuro. Ovviamente questa non è la stagione che volevo. Forse è l'annata peggiore della mia vita sotto tutti i punti di vista. Devo solamente allenarmi e stare tranquillo. Tenterò di farmi trovare pronto se il tecnico riterrà giusto farmi giocare nelle prossime gare. Ultimo quarto d'ora di domenica? Secondo me c'è stato un blackout generale. Quando sbagli troppe occasioni e non concretizzi la mole di gioco prodotta è tutto più difficile. Inoltre succedono degli episodi e pareggi una gara che era da vincere a mani basse".

"Firma con il Catania? È stata un'emozione indescrivibile - ha dichiarato l'attaccante -, perchè ho realizzato il sogno di una vita dopo che in passato fui scartato dal Catania in due provini. Sognavo fin da bambino di vestire i colori rossazzurri. Giocare per la maglia della tua città e di cui sei tifoso è un'emozione particolare. Per me domenica è stato emozionante ricevere gli applausi nonostante la situazione che sto vivendo. Mi sono commosso per la promozione, non lo nascondo. È difficile spiegarlo a parole, è necessario vivere certe emozioni per capirle davvero. Spero sempre il massimo per il Catania. Le basi sono ottime. Non credo di sbagliarmi se dico che la società è una delle più solide in Italia. Si deve creare un ambiente positivo l'anno prossimo - chiosa - per continuare e dare seguito a quest'anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania SSD, aspettative e futuro di Gianluca Litteri in rossazzurro

CataniaToday è in caricamento