rotate-mobile
Conferenza stampa pre-gara

Verso Sancataldese-Catania, Ferraro: "Noi pronti, tifosi al centro del progetto"

Vigilia di Coppa Italia Serie D per il Catania SSD. Il tecnico dei rossazzurri, Giovanni Ferraro, ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, presentando l'appuntamento di San Cataldo e commentando il momento vissuto dalla squadra etnea.

Prima conferenza stampa pre-gara di mister Giovanni Ferraro, alla vigilia di Sancataldese-Catania, in programma domani alle 16:00 allo stadio "Valentino Mazzola" e valida per il turno preliminare della Coppa Italia Serie D 2022/23. L'allenatore, nella sala meeting dell’hotel "La Fenice" di Belpasso, ha risposto alle domande dei giornalisti parlando di campo, calciomercato e del gruppo.

"Prima di tutto voglio ringraziare la società e il gruppo dei calciatori che ho a disposizione perché è importante - premette il tecnico -. Credo che in questo periodo si costruisca anima e corpo del Catania in vista del campionato. In vista della gara contro la Sancataldese c'è grande entusiasmo e vogliamo partire nel modo migliore possibile. Trequartista? Abbiamo cinque attaccanti davanti, tre di movimento. Credo che i giocatori riescano a trovare da soli il posto giusto. Abbiamo una rosa di under importanti in diversi ruoli. In base al match cercheremo di scegliere le migliori soluzioni tra quelle a disposizione. Tutti capiscono l'importanza di Catania, della città e dei tifosi che si aspettano grandi cose. Abbiamo ragazzi di elevate qualità. Bethers domenica sarà in campo, lui era stato messo fuori per precauzione. Credo che alla fine arriveranno due portieri. Non è conveniente fare scelte in fretta, penso sia meglio aspettare una settimana in più piuttosto che sbagliare".

In conferenza si tocca il capitolo Gianluca Litteri, oggetto di una vera e propria telenovela di calciomercato che sembra non volgere ancora al termine. "Credo che sia la società che il direttore sappiano cosa fare - dice Ferraro -. Io alleno la rosa che mi mettono a disposizione. Ci tengo a precisare che la squadra deve fare gruppo. Per vincere il campionato serve coesione del gruppo piuttosto che un singolo. Abbiamo già una rosa di attaccanti importanti. Abbiamo fatto capire quanto ci teniamo a fare bene in questa stagione".

"Tutte le squadre che ci affrontano vorranno metterci qualcosa in più. Però noi come squadra e società sappiamo a cosa andiamo incontro. Ci vuole grande umiltà perché soltanto così andremo avanti. Credo che Acireale e Trapani sono due squadre forti e saranno derby sentiti. Penso che sarà un campionato difficile e tutte le partite saranno complesse. Tutti i derby e anche le partite che andremo a giocare in Campania e in Calabria. Sono campi difficili. Catania è una città importante ma noi dobbiamo avere lo spirito adatto per affrontare la Serie D. Per quanto riguarda lo slittamento del campionato ci permette di recuperare un po' di allenamento considerando che siamo partiti in ritardo. I tifosi sono al centro del progetto. La rinascita del Catania parte proprio da loro. In questi giorni sono venuti a sostenerci nonostante le porte chiuse agli allenamenti. Sono arrivati pure una sera fuori dall'albergo a fare cori e a mettere uno striscione per noi. Dobbiamo sudare per loro. Ingredienti per vincere il campionato? Importante il lavoro che stiamo facendo fino ad adesso. Dobbiamo essere bravi a trascinare il pubblico dalla nostra parte con le prestazioni e la grinta".

"C'è grande entusiamo per domani, è la prima gara ufficiale. Le prime partite devono essere un bel biglietto da visita. Se iniziamo bene diamo un bel messaggio e ci aiuterà nel proseguimento. Ciccio Lodi? È un giocatore importante per il Catania ma dobbiamo pensare da gruppo. Ci sono grandi profili. Venire a Catania con la mentalità da professionista è una cosa importante. Noi non dobbiamo scordare che ogni settimana incontreremo squadre e allenatori motivati e dobbiamo essere pronti ad affrontarli. Avremo delle insidie tutte le domeniche. Antagoniste principali? Un po' tutte le squadre quando giocano con il Catania vogliono   dare il meglio. Sulla carta Acireale, Trapani, Vibonese e Lamezia. La nostra risposta deriva dai risultati in campo".

(fonte foto: Catania SSD)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Sancataldese-Catania, Ferraro: "Noi pronti, tifosi al centro del progetto"

CataniaToday è in caricamento