rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Conferenza pre-gara

Verso Catania-Vibonese, Ferraro: "Pensiamo a noi stessi, partita importante"

Il Catania torna in campo domani. Al "Massimino" i rossazzurri affrontano la Vibonese, una delle compagini quotate - insieme agli etnei - per una posizione di vertice nel Girone I di Serie D. Il tecnico Giovanni Ferraro ha presentato il match.

Prosegue il tour de force in casa Catania, con la squadra rossazzurra impegnata in una serie di partite ravvicinate. Mancano infatti poco meno di 24 ore per il fischio d'inizio di Catania-Vibonese, match valido per la quarta giornata del Girone I di Serie D. Giovanni Ferraro, reduce dalla terza vittoria consecutiva sul campo del Licata, ha parlato della prossima sfida in programma domani allo Stadio "Angelo Massimino" alle ore 15 e della situazione relativa agli infortuni.

"Le sensazioni sono positive - ha affermato l'allenatore del Catania -. Ho visto i ragazzi motivati, vogliosi e applicati. Noi, soprattutto, comprendiamo l’importanza della gara di domani contro una buona squadra, accreditata a stare nelle zone alte di classifica. La compagine è allenata da un tecnico che propone un calcio spumeggiante e di grande aggressività. Noi però siamo il Catania e dobbiamo pensare a noi stessi. Siamo consapevoli che serve vincere. Più successi arrivano, più consolidiamo il primo posto in classifica e meglio è per noi come squadra, tifoseria e società".

"I giocatori sono importanti. È un gruppo di calciatori che capisce quanto sia importante scendere in campo per giocarsi il campionato e dare una gioia ai nostri sostenitori - prosegue Ferraro -. Infortuni? Non credo che recupereremo qualcuno rispetto alla partita di Licata. Tuttavia la rosa è ampia e la società ha fatto grossi investimenti. Sono tutti titolari e funzionali al progetto. Ogni giocatore, anche con i cinque cambi, è parte integrante di un match e da il proprio contributo. Basti pensare che domenica abbiamo effettuato tre cambi in avanti e tutti hanno costruito la seconda rete con De Luca. La mentalità del Catania è quella di essere squadra aggressiva e combattiva. La crescita dal punto di vista della condizione fisica degli atleti migliorerà pure la qualità del gioco espresso. A quel punto vedremo un Catania diverso. Capitolo Under? Giochiamo in porta con un Under e poi tre negli altri ruoli. Abbiamo la fortuna di avere degli Under di qualità in diverse ruoli. Partendo da questo poi si scelgono gli altri 7 Over da mandare in campo. È necessario avere ben chiaro questo concetto. Se qualche atleta non parte dall’inizio è anche per una scelta di lettura della partita e degli Under da schierare".

Sfide con Vibonese e Castrovillari in settimana? Affrontiamo una partita per volta. Adesso pensiamo alla Vibonese che affronteremo davanti ai nostri tifosi. Dobbiamo regalare gioia ed emozioni ai tifosi. Serve evidenziare i progressi e giocare con ritmo e voglia. In questo momento siamo al 70% con un potenziale del 30% ancora da esprimere. Non dimentichiamo che siamo partiti il 3 agosto. Una rosa di 18 giocatori è stata formata intorno al 17 agosto. Da quel momento ogni settimana arrivava qualcuno. Ora i calciatori si conoscono meglio, al di là del modulo - chiosa il mister - È importante metterli insieme con la testa giusta in termini di squadra, gruppo e mentalità per vincere il campionato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Catania-Vibonese, Ferraro: "Pensiamo a noi stessi, partita importante"

CataniaToday è in caricamento