rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Vittoria al "Massimino"

Il Catania sa soltanto vincere al "Massimino": Lamezia Terme sconfitto 2-0

I rossazzurri hanno la meglio sugli avversari: segnano Marco Chiarella e Andrea Russotto. In casa gli etnei vogliono allungare il più possibile la striscia di successi in campionato. Lodi sbaglia un calcio di rigore

Tredici vittorie consecutive, quindicesimo successo su quindici partite giocate in campionato al "Massimino". Questi sono i numeri pazzeschi del Catania, aggiornati dopo il match in cui i rossazzurri hanno avuto la meglio per 2-0 sul Lamezia Terme. Una cornice di pubblico d'altra categoria (17.979 spettatori secondo il dato fornito dall'ufficio stampa del Catania) ha accompagnato la squadra etnea nella festa casalinga post promozione in Serie C. 

Catania-Lamezia Terme

La truppa di Giovanni Ferraro non delude le aspettative e ottiene l'ennesima vittoria di una stagione dominata in lungo e in largo. La capolista del girone I impone ancora una volta la propria forza. La prima rete è firmata da Marco Chiarella nel primo tempo (19') sugli sviluppi di un calcio d'angolo: Lodi alla battuta del corner, pallone toccato da Sarao e poi la girata perfetta dell'esterno offensivo che supera l'estremo difensore avversario. 

Francesco Lodi, poco prima, aveva sbagliato un rigore calciato con troppa sufficienza tra le mani di Mataloni. Ritmi lenti dopo la rete di marca rossazzurra, i padroni di casa infatti rallentano i ritmi e gestiscono il match, cercando di colpire al momento giusto. I tifosi sugli spalti apprezzano la prova offerta dai propri beniamini.

Lamezia Terme pericoloso soltanto a sprazzi e in particolar modo nella ripresa, provando anche a sfruttare la girandola dei cambi e l'assenza di motivazioni particolari da parte degli avversari di turno. 

Ma il risultato resta in mano ai catanesi che non mollano la presa e che, con l'inserimento di alcuni calciatori desiderosi di farsi spazio nelle gerarchie di gruppo (esordio anche per Privitera), continuano a lottare fino alla fine mettendo in saccoccia l'intera posta in palio, andando anche a realizzare la seconda marcatura all'ultimo secondo con una giocata incredibile di Andrea Russotto, che segna in ripartenza. 

CATANIA-LAMEZIA TERME 2-0 19’ Chiarella, 95' Russotto
CATANIA (4-3-3): Bethers 7; Rapisarda 7, Somma 7, Lorenzini 7, Castellini 7; Rizzo 6.5, Lodi 6 (dal 54’ Palermo 6.5), Baldassar 6 (dal minuto 87' Privitera sv); Chiarella 7.5 (dal 81’ Buffa 6), Sarao 7 (dal 61’ Jefferson 6), G. De Luca 6.5 (dal 57’ Russotto 6). A disp.: Groaz, Boccia, Di Grazia, Giovinco. All. Ferraro 7.
LAMEZIA TERME (4-3-2-1): Mataloni 6; Miliziano 6, Zulj 6, Silvestri 6, U. De Luca 6 (dal 78’ Monteleone 6); Maimone 6, Emmanouil 5.5 (dal 57’ Cristiani 6), Addessi 6; Borgia 5.5 (dal 57’ Morana 5.5), Alma 5; Terranova 5.5. A disp.: Quartarone, Nemia, Kanouté, Graziano, Niakate, Vasilj. All.: C. De Luca 6.
ARBITRO: Ciro Aldi (Lanciano) 
Assistenti: Antonio Giangregorio (Padova) e Luca Gibin (Chioggia)
Ammoniti: G. De Luca
Note: Catania-Lamezia Terme: 17.979 spettatori al “Massimino”
Recupero 1’-5’ Angoli 6-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Catania sa soltanto vincere al "Massimino": Lamezia Terme sconfitto 2-0

CataniaToday è in caricamento