rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Si guarda al futuro

Catania SSD, giovanili e formazione femminile: si guarda al futuro

Il Catania SSD ha dato il via sul campo sportivo di Nesima alle attività del settore giovanile rossazzurro e della compagine calcistica femminile. Un'occasione per rinnovare il proposito di creare una struttura organica e vincente, puntando sui giovani catanesi e sulle risorse del territorio

Si è alzato il sipario sul nuovo Catania che sta progettando il futuro sin dai primi istanti della propria attività puntando sui giovani, ma non soltanto. Proprio ieri, lunedì 5 settembre, è partita la stagione delle formazioni giovanili rossazzurre e del Catania Women. Sono andati in scena i primi allenamenti sul campo di Nesima: è stato un momento di ritrovo e di festa per il nuovo progetto che si è messo in moto e che mira alla costruzione di una mentalità vincente e una cantera produttiva, al pari di altre società italiane blasonate e riconosciute anche all'estero. Sergio Parisi, attualmente assessore allo Sport del Comune etneo, ha accolto al campo Vincenzo Grella, vicepresidente e amministratore delegato, e Luca Carra, direttore generale.  

Successivamente si è tenuta una riunione con i responsabili del settore giovanile e del dipartimento femminile, Orazio Russo e Massimiliano Borbone, con i tecnici, i collaboratori, le ragazze e i ragazzi. Le formazioni al lavoro dal 5 settembre sono quattro: Juniores guidata da Santo Torre, Under 17 diretta da Giovanni Costanzo, Under 15 affidata a Giuseppe Calvaruso e Catania Women allenato da Peppe Scuto.

"Si tratta di un momento di rinascita non meno importante di quello vissuto dalla prima squadra, perché qui crescerà il nostro futuro e il Catania crede fermamente che attraverso la qualità di questi settori si vada nella giusta direzione: una società capace di valorizzare i giovani è sana e il suo progetto a lungo termine è sostenibile - spiega Grella -. A tutti, l’augurio di buon lavoro e un incoraggiamento speciale da parte del Presidente Rosario Pelligra”. 

"Ringraziamo Sergio Parisi, che nel corso della sua esperienza da assessore, partendo sempre dalla tutela dell’interesse della collettività - aggiunge Carra -, si è prodigato per risolvere le criticità sul nostro cammino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania SSD, giovanili e formazione femminile: si guarda al futuro

CataniaToday è in caricamento