rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Il personaggio

Tra passato e futuro: a lanciare il nuovo Catania una sua storica icona

Il nuovo ciclo calcistico legato alla città di Catania porta la firma di una bandiera rossazzurra quale certamente è Francesco Lodi. Protagonista a Ragusa anche Manuel Sarao, in passato con la maglia etnea in Lega Pro.

Non poteva essere un "reset" in cui si perdeva con un colpo di spugna quasi un secolo di storia e di emozioni. Il nuovo Catania è legato da un filo rosso sottile ma indistruttibile a quello che lo ha preceduto e oggi, a Ragusa, il destino non ha mancato di sollinearlo, con alcune note che hanno addolcito ancor di più la già vincente trasferta culminata nel 2-0 che ha portato in dote anche i primi tre punti in campionato. 

Così quando il grido di gioia ha sovrastato i cieli di Catania e Ragusa, sponda rossazzurra, a gonfiare la rete era stato un figlio acquisito del vulcano, Ciccio Lodi, una icona del Catania che è stato. La sua punizione ha superato tutti, anche il portiere avversario, per depositarsi in fondo al sacco. Il punto di partenza è anche un punto di arrivo, o se vogliamo un punto che segna romanticamente anche una straordinaria continuità col passato. Il fato ha accarezzato Catania, che non si arrende alla delusione di ritrovarsi tra i dilettanti, ma anzi spinge con più rabbia per risalire in fretta dalle sabbie mobili che non perdonano. A chiudere il match un altro calciatore che conosceva già bene la città dell'elefante: Manuel Sarao. Ha timbrato il cartellino alla prima giornata, un toccasana per chi di ruolo fa la prima punta. In Serie C aveva già sperimentato, seppur in anni difficili, il significato di sposare la causa etnea. 

Mark Bresciano e Ross Pelligra-2

Dall'Australia ha seguito con apprensione e infine ha festeggiato per il risultato della partita il patron e presidente Rosario Pelligra, che, con tanto di foto a testimonianza, ha guardato il match approfittando di un maxischermo, in compagnia tra gli altri, di Mark Bresciano. Adesso una piccola ulteriore sosta e poi in infrasettimanale l'esordio al "Massimino" per un'altra giornata da batticuore. 

(fonte foto: Catania SSD)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra passato e futuro: a lanciare il nuovo Catania una sua storica icona

CataniaToday è in caricamento