rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Porte chiuse a Ragalna / Ragalna

Catania SSD, allenamenti a porte chiuse "per esigenze di sicurezza"

Una nota della società di calcio della città di Catania annuncia l'impossibilità di aprire le porte ai tifosi per gli allenamenti della squadra attualmente in ritiro a Ragalna, ma promette l'organizzazione di una partita amichevole in altra sede per accogliere il pubblico

Una nota ufficiale diramata dall'ufficio stampa del Catania SSD annuncia l'impossibilità di ospitare i tifosi rossazzurri a Ragalna sugli spalti e negli spazi antistanti il campo di gioco. Gli allenamenti, si legge nel comunicato, si svolgono pertanto "a porte chiuse per esigenze di sicurezza". Vincenzo Grella, vice presidente e ad del Catania SSD si è rivolto ai supporters etnei. “Per noi è davvero spiacevole, essere costretti a svolgere gli allenamenti a porte chiuse - spiega Grella -. Sarà così finché rimarremo a Ragalna. Abbiamo ulteriormente verificato la possibilità di consentire l’accesso a tutti, perché come ho già detto vogliamo condividere l’emozione del nuovo inizio, ma purtroppo anche l’ultimo sopralluogo ha escluso questa possibilità e chiediamo quindi comprensione. Il campo sportivo Totuccio Carone è servito da un’unica tribuna che ha una capienza di appena 87 posti e le aree circostanti, che avrebbero potuto offrire una visuale, non si sono rivelate idonee in termini di sicurezza. Il rispetto delle norme viene prima di ogni cosa e dobbiamo adeguarci, non possiamo creare una situazione che porterebbe all’afflusso di una o più migliaia di persone, dobbiamo tutelare l’incolumità di chi assiste alle sedute. Ho preso un impegno con la nostra gente e intendo comunque mantenerlo: programmeremo al più presto un’amichevole in una struttura idonea e potremo così aprire le porte ai tifosi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania SSD, allenamenti a porte chiuse "per esigenze di sicurezza"

CataniaToday è in caricamento