rotate-mobile
Calcio

Ross Pelligra si presenta alla città di Catania: "Sogno di riportare il club in alto"

Il nuovo proprietario e presidente del Catania ha parlato nel corso della conferenza stampa tenutasi al Palazzo degli Elefanti alla presenza delle istituzioni cittadine. Dichiarazioni anche da parte di Dante Scibilia, l'uomo che ha dato una spinta propulsiva nell'avviare il nuovo progetto calcistico ai piedi dell'Etna

Il Catania riparte da Ross Pelligra. Dopo anni di tribolazioni e aule di tribunale, la città ha sete di calcio giocato e il Comune di Catania, tra le manifestazioni di ingteresse arrivate ha scelto quella del gruppo australiano attivo da oltre 50 anni nel settore immobiliare. Pelligra ha deciso di investire nello sport italiano, entrando anche nel Cda della Pallacanestro Varese. La scelta di Catania riguardo l'ambito calcistico è stata ribadita oggi alla presenza delle istituzioni cittadine, rappresentate dall'assessore allo sport Sergio Parisi e il sindaco facente funzioni, Roberto Bonaccorsi.

"Una grande emozione essere qui perché ho sempre mantenuto un legame forte con la Sicilia e con Catania, - dichiara Pelligra - città che ho visitato più volte quando venivo in vacanza a Solarino, paese d’origine di mio nonno. Faremo una grande società per riportare Catania nella categoria che gli compete e rispondere alle richieste dei tifosi che anche oggi mi hanno commosso. Punteremo a creare un Catania che sia capace di andare avanti da solo e un settore giovanile dal quale possano venir fuori dei calciatori che diventino campioni nel mondo, delle leggende. Non saremo solo un club sportivo, ma ci impegneremo nel sociale, dando una mano a risolvere anche i problemi di una grande città come Catania, perché il mio cuore è siciliano e voglio con forza che tutti i catanesi siano orgogliosi della loro squadra. Forza Catania!”.

Pelligra ha anche svelato come è nato l'interesse per Catania: "Iniziato tutto mentre guardavo una partita con Grella e Bresciano e parlavamo dell'opportunità di acquisire una squadra in Italia. Loro mi facevano riflettere sul fatto che Catania rappresentava l'occcasione giusta per passione e opportunità di scovare delle leggende anche qui e quindi ho creduto che questa fosse occasione giusta" 

 Presente anche Dante Scibilia, advisor dell'offerta presentata da Pelligra e uomo che è stato decisivo nella strutturazione del business plan relativo al progetto: "Il lavoro serio e la trasparenza aiuta sempre e cercheremo di trovare le soluzioni che possano risolvere ostacoli che troveremo davanti, ci sono molti risultati di successo in molte città del sud Italia, non vedo perché Catania non possa replicare" spiega Scibilia. Sulla questione Torre del Grifo puntualizza: "Con il credito sportivo non abbiamo parlato perchè non ne avevamo titolo ancora, valuteremo di fare anche il percorso co il credito spportoivo, riguardo la curatela ci sono stati incontri basati sempre su potenzialità, cercheremo adesso di andare più in profondità per entrare quanto prima a Torre del Grifo, dipende da loro non dai noi e speriamo di trovare un puntoi di incontro. Non sappiamo ancora cosa troveremo dentro la struttura, i campi da calcio versano in stato di abbandono, già trascurati dalla gestione precedente e con tre mesi di non utilizzo anche alle spalle".

Aggiunge infine Scibilia: "Il lavoro di Pelligra è focalizzato sulla squadra ma per farla crescere occorre costruire attorno progetti imprenditoriali e sociali e per farli funzionare serve la collaborazione di tutti, dai tifosi per i progetti sportivi, alle forze imprenditoriali della città. Non c'è altra via per vincere anche come città"

Saluti anche da parte delle istituzioni cittadine. ”Abbiamo operato con serietà e rigore -ha detto il capo dell’amministrazione comunale, Roberto Bonaccorsi – per chiudere un capitolo non edificante e di grande sofferenza per gli sportivi. Il risultato è straordinario, perché abbiamo attratto cinque proposte e tra queste, scelto quella che dava più garanzie in termini di potenzialità e affidabilità finanziaria, con un programma ambizioso e un presidente, Rosario Pelligra, che ha un cuore siciliano e una grande passione per la Sicilia e Catania, elementi aggiuntivi che ci lasciano sperare in un grande futuro di rilancio calcistico”.

L’assessore allo sport Sergio Parisi ha aggiunto: "l’impegno mantenuto dal Comune a bandire a metà la gara per la riqualificazione dello stadio che sarà un supporto importantissimo per la nuova società. Oggi siamo qui per un giorno di festa, una grande emozione e un’iniezione di fiducia per tutta la Città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ross Pelligra si presenta alla città di Catania: "Sogno di riportare il club in alto"

CataniaToday è in caricamento