rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Serie D

Catania SSD, Ferraro: "La squadra sta bene, 11 punti di vantaggio non sono pochi"

Le parole dell'allenatore rossazzurro alla vigilia del match contro il Real Aversa che si giocherà al "Massimino"

Mancano poche ore al fischio d'inizio del match tra Catania e Real Aversa, valido per la 15esima giornata del campionato di Serie D, Girone I. Alla vigilia della gara, in programma domani alle 14:30 allo stadio "Angelo Massimino", in conferenza stampa è intervenuto Giovanni Ferraro, tecnico rossazzurro.

“È trascorsa la solita settimana di lavoro che abbiamo vissuto come sempre con grande applicazione e intensità. Affronteremo una squadra ben allenata con giovani di buona prospettiva. Noi però siamo il Catania e abbiamo un obiettivo. Ci tengo a dire che dobbiamo dare valore al distacco di 11 punti dalla seconda. Abbiamo questi punti in più perché la squadra si è applicata con determinazione. I ragazzi sono umili. Certo, i campionati si vincono ad aprile/maggio, non diamo tutto per scontato".

"La Serie D è difficile e siamo la miglior difesa d’Italia. Sono risultati importanti, bisogna dare valore alla squadra. Il Real Aversa ha giovani che conosco (Russo e Nespoli), ha un bravo allenatore che ha pure giocato - continua Ferraro -Se domani facciamo una gara a ritmo alto faremo bene. Non bisogna mai allontanarsi dall’obiettivo: dobbiamo superare le insidie della partita anche con la velocità. Tutti stanno facendo bene perchè, a prescindere da chi gioca, abbiamo un obiettivo comune".

"Oggi il presidente ci ha fatto visita, è sempre importante. Le classifiche non si guardano ma, se le analizziamo in questo momento, notiamo che questi ragazzi stanno facendo qualcosa di importante. Poi naturalmente si può sbagliare. Ci chiamiamo Catania ma non si vince in automatico. Qualche settimana si può fare bene, altre no. Così come l’allenatore può sbagliare o meno".

"Andrea Russotto ha fatto ancora l'allenamento differenziato, poi ha ripreso in gruppo - aggiunge - Forchignone sta bene. Siamo in un momento di crescita a livello fisico e mentale. Capiamo l’importanza di queste partite prima della sosta di Natale".

Attacco over o misto? "Abbiamo la fortuna che tutti possono competere con gli over. Non cambia niente, è importante alla fine la squadra prima del singolo. Ho fatto una chiacchierata con De Luca in albergo e non sapeva la regola degli under: l’ha scoperta qui. Quando le squadre affrontano il Catania lo fanno con la difesa bassa. Dobbiamo cercare azioni personali negli ultimi 30 metri. Con giocate anche individuali riusciamo a risolvere il problema", precisa Ferraro.

"Tutti i giocatori sono convocabili - conclude- Non bisogna mai abbassare la qualità degli allenamenti. Modifiche a centrocampo? Si può giocare sia a 3 che a 2, dipende dalla gara. Ho la fortuna di avere una rosa ampia con giocatori importanti. Il modulo si può cambiare in qualsiasi momento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania SSD, Ferraro: "La squadra sta bene, 11 punti di vantaggio non sono pochi"

CataniaToday è in caricamento