rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Frenata rossazzurra

Serie D, il Catania non affonda contro la Cittanovese: scialbo pareggio a reti bianche

Reti inviolate allo Stadio "Morreale-Proto" di Cittanova. Interrotta la striscia di vittorie consecutive del Catania in campionato. I rossazzurri recriminano per un calcio di rigore non concesso nel finale

Il Cittanova ferma la striscia di vittorie consecutive del Catania a nove partite. Pareggio a reti bianche (0-0) che frena la corsa della capolista conservando comunque un buon margine di vantaggio sulle inseguitrici (pareggia anche il Lamezia Terme contro il Licata), mentre i padroni di casa vivono una domenica che può segnare una svolta per continuare a lottare nella parte bassa della classifica. Una gara "scorbutica" allo Stadio "Morreale-Proto", finita tra le polemiche per un rigore non concesso agli ospiti per un fallo su Sarao in pieno recupero nel secondo tempo. I rossazzurri non riescono a regalare un nuovo record al loro allenatore, Giovanni Ferraro, ed eguagliare la striscia di dieci successi di fila sotto la gestione di Angelo Busetta alle falde dell'Etna. 

Il Catania propone una sola novità rispetto all'undici-tipo, con Jefferson al centro dell'attacco al posto di Sarao. Per il resto assetto tattico e interpreti confermatissimi. Fanello schiera la Cittanovese con il 3-5-2, cercando densità e inserimenti in mezzo al campo scegliendo di spostare qualche metro indietro Crucitti, insieme a Gulino, Condomitti, Aprile e Gaudio mentre in avanti vengono schierati Giannaula e Rugnetta. Pacchetto arretrato con Figini, Carubini e Ruano davanti all'estremo difensore Bruno. Il primo tempo viaggia sulle corde dell'equilibrio: gli etnei partono bene ma via via col passare dei minuti la squadra di casa trova le misure e riesce in più di un'occasione a mettere difficoltà la squadra di Giovanni Ferraro, che prova soltanto a sprazzi il gioco offensivo non riuscendo a far valere il tasso tecnico superiore. Chance rocambolesca nel finale di primo tempo con Lorenzini che non riesce a sfruttare un'azione d'angolo. Ci prova anche Rizzo a conclusione di un triangolo tra Sarno e Rapisarda con quest'ultimo che serve il centrocampista che spara alto sopra la traversa. Prima frazione inaspettatamente all'insegna della garra e in cui il divario in classifica non appare evidente. Dopo 3' di recupero tutti negli spogliatoi. 

Ad inizio ripresa gli ospiti cambiano due pedine: in campo Boccia e De Luca, fuori Somma e Forchignone. Proprio Somma era stato ammonito nel primo tempo e ha sofferto particolarmente la pressione degli attaccanti avversari. Al 50' buona occasione per il Catania, finalmente pericoloso: Rizzo pennella per Jefferson che colpisce di testa in area, pallone fuori, anche se non di molto. Poco dopo ci prova anche De Luca, ma la sua conclusione è debole e pertanto facile la parata di Bruno. Al 55' altre sostituzioni da parte di Giovanni Ferraro: Giovinco e Sarao sostituiscono Lodi e Jefferson e il Catania passa al 4-2-3-1. La gara rimane apertissima, la capolista è poco brillante e la Cittanovese cerca di approfittarne disputando una gara attentissima. Al 66' nella mischia anche Andrea Russotto per Sarno. Giovinco ci prova al 68' con un tiro dal limite ma la mira è imprecisa. I giri del motore restano bassi, la gara non entra nel vivo, così come auspica la formazione di mister Fanello che dalla panchina dispensa suggerimenti ai suoi, optando poi per i primi cambi: lasciano il rettangolo verde Carubini e Giannaula (che viene ammonito per perdita di tempo) per Baggini e Svarups. Al 75' nessun tiro del Catania nello specchio della porta dei calabresi, un dato significativo sull'andazzo del match. Un minuto più tardi la Cittanovese sostituisce uno stremato Gulino con Losasso. All'81' rischia il Catania con un'uscita non perfetta di Bethers che però non costa caro ai rossazzurri che subiscono fallo in attacco. Nel finale di gara Ferraro prova a modificare qualcosa facendo ruotare la posizione in campo dei suoi attaccanti ma mancano gli spazi per affondare i colpi. Sette minuti di recupero vissuti in maniera frenetica: gli ospiti cercano il colpo della vittoria, resiste la Cittanovese sempre pronta a ripartire e cercare di far male. Al 95' il Catania reclama un rigore che secondo l'arbitro però non c'è per un presunto fallo su Sarao che effettivamente sembrava essere però netto. Il direttore di gara, Mattia Nigro di Prato, espelle mister Ferraro dopo questo episodio. La partita termina senza ulteriori sussulti sul punteggio di 0-0.

CITTANOVESE-CATANIA 0-0

CITTANOVESE (3-5-2): Bruno 6; Figini 6, Ruano 6.5, Carubini 6 (dal 73' Baggini 6); Gulino 5.5 (dal 76' Losasso 6), Condomitti 6, Aprile 6, Crucitti 6.5, Gaudio 6; Rugnetta 6.5, Giannaula 5.5 (dal 73' Svarups 6). A disp.: Moschella, Fazio, Di Cristina, Musolino, Guerrisi, Toziano. All. Danilo Fanello 6.5.

CATANIA (4-3-3): Bethers 6; Rapisarda 6, Somma 5 (dal 46' De Luca 5.5), Lorenzini 6, Castellini 5.5; Rizzo 5.5, Lodi 5.5 (dal 55' Giovinco 6), Vitale 5.5; Sarno 5.5 (dal 66' An. Russotto 6), Jefferson 5.5 (dal 55' Sarao 5.5), Forchignone 5 (dal 46' Boccia 6). A disp.: Groaz, Lubishtani, Al. Russotto, Palermo. All.: Ferraro 6

ARBITRO: Mattia Nigro di Prato.
Assistenti: Filippo Pignatelli (Viareggio) e Andrea Pacifici (Arezzo).
Ammoniti: Rapisarda, Somma, Gulino, Condomitti, Giannaula, Rizzo, Baggini, Svarups
Note: 
Recupero 3'-7' Angoli 3-6

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, il Catania non affonda contro la Cittanovese: scialbo pareggio a reti bianche

CataniaToday è in caricamento