rotate-mobile
Lamezia-Catania

Serie D, la super sfida termina in parità: Lamezia-Catania 1-1

Palermo chiama, Emmanouil risponde. Pari e patta tra Lamezia Terme e Catania al "Guido D'Ippolito". Pomeriggio piovoso in Calabria, la compagine rossazzurra porta a casa un punto prezioso che mantiene tutto invariato in classifica

Termina con un pareggio per 1-1 il big match del dodicesimo turno di Serie D Girone I tra Lamezia Terme e Catania. Allo stadio "Guido D'Ippolito" la seconda e la prima della classe non si fanno male e il risultato maturato in Calabria mantiene invariato il divario di 10 punti a favore dei rossazzurri che hanno accarezzato il sogno di vincere contro i lametini e allungare il gap dagli avversari che inseguono in classifica dopo la rete di Palermo ad avvio ripresa. Ci pensa un altro centrocampista a rimettere tutto in discussione, Emmanouil tira da lontano e la dea bendata lo assiste. Il pomeriggio piovoso di Lamezia va in archivio con un risultato che premia gli etnei che allungano così la striscia positiva a 12 partite senza sconfitte. Per gli uomini di mister Novelli, invece, sfuma la chance di accorciare sui rivali.

Match intenso già dalle battute iniziali del primo tempo. Le due squadre vogliono superarsi e dimostrano di non voler lasciare spazio ad alcun timore reverenziale. Il terreno di gioco è visibilmente allentato dalla pioggia copiosa che si è abbattuta su Lamezia Terme sin dalla mattinata, fattore questo che ha portato i due tecnici anche a cambiare tatticamente qualcosa nella scelta degli uomini da mandare in campo dal primo minuto. In casa rossazzurra in particolare sembra azzeccata la decisione di impiegare Rizzo nel ruolo di centrocampista centrale, scegliendo Palermo per completare il reparto, con Vitale confermato nel terzetto. In avanti fondamentale l'apporto di Russotto in qualità di uomo a tutto campo. Latitano le occasioni da rete che arrivano soltanto tra il 17' e il 19' della prima frazione con Terranova protagonista: prima trova Bethers pronto ad intervenire, poi incoccia l'incrocio dei pali dopo un servizio perfetto a coronamento di un'azione confusa ma da ottima posizione l'attaccante recrimina per la cattiva sorte. La pressione dei padroni di casa comunque si fa sentire, il Catania prova a ripartire non riuscendo però ad incidere davanti. Gara godibile, combattuta, etnei che però non riescono a chiudere azioni di un certo rilievo in attacco. Al 41' ci prova Sarao ma la mira è imprecisa. Dopo 45 minuti, senza recupero, le squadre vengono mandate negli spogliatoi.

La ripresa si apre con un abbagliante lampo rossazzurro che cambia l'inerzia dell'incontro. Boccia s'invola sulla corsia di sinistra, mette una palla bassa al centro dell'area per Palermo che, mentre Sarao viene abbattuto pochi metri più in là, si gira e scarica in rete un bolide imprendibile per Mataloni. Catania avanti al 46' e sotto la curva riservata ai tifosi etnei per festeggiare un goal atteso e pesantissimo. La partita va avanti seguendo lo stesso canovaccio della prima parte, primi cambi per i due allenatori. Al 54' Novelli richiama in panchina Maimone, al suo posto entra Maltese. Dopo 4 minuti la contromossa di Ferraro che avvia la staffetta in attacco: sul rettangolo verde spazio per Jefferson, fuori Sarao. Il Lamezia Terme prova a cercare il pertugio giusto per agguantare il pareggio. Al 61' ci riprova Terranova con una conclusione debole che trova la risposta sicura di Bethers che nulla però può fare al 63' quando Emmanouil tira da lontano un tiro apparentemente senza pretese ma imparabile a seguito di una deviazione avversaria. La rete riequilibra il punteggio sul risultato di 1-1. Ancora sostituzioni. Al 69' Russotto lascia spazio a De Luca, al 71' c'è Alma per l'infortunato Addessi, poco dopo Ferraro getta nella mischia pure Forchignone e Ferrara per Boccia e Sarno. Gli ospiti provano ad alleggerire il pressing lametino cercando di pungere con i calci piazzati. Col passare dei minuti la tensione cresce e le due squadre cercano di sbagliare il meno possibile per non farsi sfuggire un risultato positivo. Sei minuti di recupero, la partita si esaurisce con qualche fiammata ambo i lati ma senza sussulti decisivi. 

LAMEZIA-CATANIA 1-1 46' Palermo, 63' Emmanouil

LAMEZIA TERME (4-3-3): Mataloni 6; Miliziano 6, Silvestri 6, Cadili 6, De Luca 6.5; Maimone 6 (dal 54' Maltese 6), Emmanouil 7, Cristiani 6.5; Addessi 6 (dal 71' Alma 6), Crisafi 6, Terranova 6.5. A disp.: Martino, Zulj, Tipaldi, Kanouté, Borgia, Ferreira, Fangwa. All.: Novelli 6.

CATANIA (4-3-3): Bethers 6; Rapisarda 6, Castellini 6, Lorenzini 6.5, Boccia 6.5 (dal 75' Forchignone 6); Palermo 7, Rizzo 6.5, Vitale 6; Sarno 6 (dal 75' Ferrara 6), Sarao 6 (dal 58' Jefferson 6), Russotto 6.5 (dal 69' De Luca 6). A disp.: Groaz, Lubishtani, Pedicone, Lodi, Giovinco. All.: Ferraro 6. 

ARBITRO: Francesco Zago di Conegliano 
Assistenti: Thomas Storgato (Castelfranco Veneto) e Simone Della Mea (Udine)
Ammoniti: Vitale, Sarao, Crisafi
Note: 
Recupero 0-6 Angoli 1-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, la super sfida termina in parità: Lamezia-Catania 1-1

CataniaToday è in caricamento