Catania, continua lo sfoltimento: Donnarumma e Calapai in Lega Pro

Dopo la cessione di Maxi Lopez, il Catania comunica di aver ceduto due giovani rossoazzurri a squadre di Lega Pro. Nel frattempo anche la società etnea si associa al cordoglio per il decesso della figlia di Igor Budan

Dopo aver ceduto Maxi Lopez alla Sampdoria ad inizio di questa settimana, il Catania continua la sua opera di sfoltimento: la società etnea, infatti, ha comunicato nelle ultime ventiquattro ore la chiusura di due trattative riguardanti il mercato in uscita.

La prima riguarda l'attaccante Alfredo Donnarumma, ceduto al Como: classe '90 nativo di Torre Annunziata, Donnarumma è un attaccante eclettico in grado di agire sia come prima punta che come esterno offensivo. L'anno scorso il giocatore campano ha militato in Prima Divisione con la maglia della Virtus Lanciano, compagine con la quale ha collezionato dieci presenze, tutte partendo dalla panchina, non riuscendo mai ad andare in rete. L'operazione è avvenuta con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà a favore dei lombardi e controriscatto per il Catania.

La seconda operazione in uscita, chiusa oggi pomeriggio, è relativa al difensore Luca Calapai: terzino destro diciannovenne nativo di Messina, Calapai è stato ceduto, sempre in Lega Pro, ai pugliesi del Barletta. Il difensore siciliano l'anno scorso è stato un punto fermo della compagine rossoazzurra primavera ma ha anche esordito in Serie A, giocando una manciata di minuti nell'ultima gara di campionato contro l'Udinese. Calapai si trasferisce ai biancorossi in prestito secco.

Una nota, infine, doverosa per il club rossoazzurro: il Catania, infatti, ha espresso sincere condoglianze all'attaccante del Palermo Igor Budan, colpito nella notte scorsa dalla tragica morte della figlia Amber, deceduta a soli due anni probabilmente per una meningite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento