Calciomercato Catania, centrocampo e attacco i reparti da rinforzare

Le regole della Lega Pro impongono una composizione della rose con 24 atleti in lista squadra, motivo per cui in caso di eventuali rinforzi in entrata, dovranno corrispondere altrettanti movimenti in uscita. Riflettori puntati dalla cintola in su

Foto calciocatania.it

Catania proiettato alla sessione di mercato invernale. I rossazzurri, infatti, torneranno in campo il 9 gennaio, per disputare l'insidiosa trasferta contro la Fidelis Andria. Le regole della Lega Pro impongono una composizione della rose con 24 atleti in lista squadra, motivo per cui in caso di eventuali rinforzi in entrata, dovranno corrispondere altrettanti movimenti in uscita.

Riflettori puntati a centrocampo e in attacco. Il recupero di Castiglia permetterà alla rosa di aumentare il tasso di quantità in mezzo al campo, con Agazzi e Musacci incaricati di alzare, anche alternandosi, il tasso tecnico. Ma è necessario un ulteriore innesto per garantire ricambi e competitività del reparto, in caso di assenza dei titolarissimi, su tutti Castiglia, in modo da concedere un'alternativa valida alla corte di Pancaro. A sinistra Nunzella ha praticamente giocato tutte le gare, potrebbe così essere ingaggiato un giocatore capace di ricoprire tutto l'out di sinistra, in fase difensiva e offensiva, questo l'identikit del possibile innesto.

In attacco Calil è inamovibile, mentre Plasmati, nel ruolo di vice e jolly all'occorrenza, dovrebbe continuare a far parte del progetto. Non è escluso comunque l'arrivo di un innesto anche nel reparto avanzato, soprattutto per garantire ricambi nella fase clou della stagione. Falcone e Russotto, alla luce delle ultime gare, sono pedine imprescindibili, ma in caso di una loro assenza servono alternative, anche tattiche, a disposizione di Pancaro.

In uscita, tra i giovani, potrebbe esserci Andrea De Rossi, stesso destino potrebbe toccare a Sessa. Da valutare invece la posizione nel progetto stagionale di Di Grazia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento