menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rosina pronto a lasciare il segno: "Attenzione ed orgoglio in campo"

Da oggi Rosina è a tutti gli effetti un giocatore del Catania. Il centrocampista offensivo, classe 1984, vanta un curriculum con i fiocchi. In Russia, Rosina ha vinto due campionati ed una Coppa nazionale, sommando preziose esperienze in Champions ed in Europa League

E' ufficiale. Da oggi Rosina è a tutti gli effetti un giocatore del Catania. Il centrocampista offensivo, classe 1984, vanta un curriculum con i fiocchi. In Russia, Rosina ha vinto due campionati ed una Coppa nazionale, sommando preziose esperienze in Champions ed in Europa League. Esperienze che aggiunte a quelle italiane potranno contribuire a giocare un ruolo decisivo e determinante in una piazza calda e desiderosa di riscatto come quella rossoazzurra.

Queste le prime parole ufficiale del giocatore con la nuova maglia rossoazzurra: “Ringrazio l’Amministratore Delegato ed il Presidente: già da un mese mi cercavano ed hanno sempre fatto emergere la volontà di portare a termine l’operazione. Sono sicuro di poter ripagare la fiducia – spiega il fantasista – ed estendo i miei ringraziamenti al mister perché so che ha spinto per questa soluzione che mi rende molto contento: Pellegrino è un tecnico propositivo e disponibile, già l’anno scorso ha mostrato la sua qualità nel finale di stagione, purtroppo sfortunato ma caratterizzato da una fase di ripresa sul piano dei risultati e dell’identità. Consentitemi anche di rivolgere un pensiero ai tifosi ed in particolare a quelli che mi hanno accolto con entusiasmo, sul mio profilo twitter specialmente: spero di poter ricambiare con gol e prestazioni utili a centrare l’unico obiettivo, il ritorno in Serie A"

"Affrontiamo il campionato sapendo che non sarà semplice, la B nasconde molte insidie ma l’ambiente è positivo, ho notato subito forza di gruppo e consapevolezza di squadra, doti che ci serviranno molto. Siamo favoriti dal pronostico? Nessuna preoccupazione ma tanto orgoglio da portare in campo. Ho ritrovato Calaiò, un ex compagno, Lodi, che conosco bene, e Terracciano, scherzando un po’ sui tre gol che riuscii a segnare contro di lui l’anno scorso. Dovrò farmi perdonare dai tifosi rossazzurri – prosegue Rosina - qualche gol realizzato contro la mia nuova squadra: tra questi ricordo il primo nel 2006 in Torino-Catania 2-1, su rigore decisivo allo scadere, e l’unica rete del match giocato l’anno dopo in Piemonte; fu invece ininfluente il gol del vantaggio bianconero che realizzai in Siena-Catania 1-3 del dicembre 2012. Da avversario, ho sempre percepito la sensazione di un ambiente rossazzurro gioioso ed il calore della gente nei confronti della squadra, anche al Nord”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento