Catania: l'esito di tutte le comproprietà. Antenucci alle buste

Ieri alle 19 è scaduto il termine ultimo per la risoluzione delle comproprietà. Il Catania, che ne aveva otto, le ha risolte tutte eccetto quella relativa ad Antenucci che va alle buste con il Torino. Ecco tutti gli esiti

Ieri alle ore 19 è scaduto il termine ultimo per la risoluzione delle comproprietà. Come accennato ieri, il Catania era in ballo nel gioco delle compartecipazioni con ben otto tesserati. Detto di Morimoto, il cui riscatto dal Novara in cambio del portiere Kosicky è stato annunciato già nella mattinata di ieri, il club etneo ha risolto tutte le comproprietà in ballo ad eccezione di una. Vediamo nel dettaglio l'esito di tutte le risoluzioni:

Antonio Cibele - Per il giovane attaccante classe 1992 nè i rossoazzurri nè il Melfi, società dove il giocatore ha militato nell'ultima stagione, hanno depositato nulla in Lega. Per tale motivo, come da regolamento, Cibele resterà dove ha giocato nell'ultima stagione ossia al Melfi.

Davide Lanzafame - Come accaduto per Cibele, anche per Lanzafame sia Catania che Palermo non hanno effettuato alcun deposito. Il centrocampista scuola Juventus, quindi, resta a titolo definitivo in rossoazzurro.

Nicola Lanzolla - Per il 23enne difensore barese nessun accordo fra Catania e Pisa, società nella quale Lanzolla ha militato nell'ultima stagione. Alle buste, però, il Catania non farà alcuna offerta per cui Lanzolla rimarrà a titolo definitivo in Toscana.

Maikol Francesco Negro - Per il 24enne promettente attaccante leccese, Catania e Nocerina hanno trovato l'accordo per il rinnovo della comproprietà. Anche nella prossima stagione, quindi, Negro militerà nelle fila dei 'Molossi'.

Pietro Terracciano - Stessa risoluzione ottenuta per Negro ma a parti invertite per il portiere Pietro Terracciano: il giovane numero uno, infatti, resterà a Catania anche nella prossima stagione visto che il club rossoazzurro ha trovato con la Nocerina l'accordo per il rinnovo della compartecipazione.

Orazio Urso - Nessun accordo per il difensore Urso, a metà fra Catania e Milazzo. Il Catania non ha depositato buste per cui il giocatore si trasferirà a titolo definitivo al club rossoblu.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte risolte, quindi, le compartecipazioni del Catania ad eccezione di quella relativa a Mirco Antenucci: l'attaccante nativo di Termoli a sorpresa ha susictato l'interesse sia del Torino, società nella quale ha giocato nel'ultima stagione, sia del Catania, apparentemente disinteressato nei confronti dell'attaccante 27enne. Entrambe le società hanno depositato la loro busta e, sebbene l'esito definitivo si conoscerà solo nel primo pomeriggio, secondo indiscrezioni sembrerebbe che il Catania abbia beffato i granata per 200mila euro: pare, cioè, che il club del presidente Pulvirenti abbia depositato un'offerta di 1,1 milioni contro quella di 900mila dei piemontesi. Se così fosse, Antenucci tornerebbe a Catania anche se il giocatore aveva espresso la forte volontà di restare al Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento