Sport

Catania-Carpi, le pagelle: Rossetti grintoso, Sauro disastroso

Il giovane esterno rossazzurro è uno dei pochissimi a salvarsi. Male il centrale ex Basilea, in balia degli avversari e protagonista di un intervento dubbio sul finale del primo tempo. Odjer fa quello che può. Castro non incide a dovere, male in mezzo al campo Calello ed Escalante. Monzon rimedia un rosso inutile

Ecco le pagelle di Catania Carpi. Vincono gli ospiti per 2-0 grazie alle reti di di Di Gaudio e Inglese.

Catania: Frison 5,5, Parisi 5,5, Sauro 5, Rolin 6, Monzon 5,5, Odjer 6 (Gallo 5,5), Escalante 5, Calello 5, Rossetti 6 (Cani), Calaiò 6, Castro 5,5 (Piermarteri)

Carpi: Gabriel, Struna, Suagher, Gagliolo, Letizia, Lollo, Porcari, Bianco, Pasciuti (Lasagna), Mbakogu (Inglese), Di Gaudio (Poli)

LA CRONACA

MiglioriToday. Rossetti 6. Grinta da vendere per il giovane esterno rossazzurro alla seconda uscita stagionale, per la prima volta dall'inizio. Parte bene sin dai primi minuti sfidando sulla corsia destra i diretti avversari. Prova il più possibile a supportare Calaiò, evitando di lasciare al numero 9 l'intero peso dell'attacco. Partita ottima fino alla sostituzione. Profilo interessante.

Odjer 6. In un Catania falcidiato da assenze , squalifiche e infortuni, il centrocampista ghanese ha tutte le caratteristiche del leader in mezzo al campo. Il vice-Almiron, ormai titolare a tutti gli effetti, recita la sua parte nel migliore dei modi interpretando egregiamente le due fasi di gioco. Incolpevole.

PeggioriToday. Sauro 5. Nel primo tempo rischia grosso sul finale atterrando in area Pasciuti: l'arbitro lascia correre. Nella ripresa sbanda insieme ai compagni di reparto e raccoglie l'ennesima insufficienza dopo le brutte prestazoni contro Brescia e Cittadella.

Escalante 5. A centrocampo soffre maledettamente il pressing degli avversari e non riesce a creare trame offensive incisive. Quando nel secondo tempo i ritmi si abbassano perde la bussola e resta in balia degli avversari. Anonimo.

Monzon 5,5. Nel primo tempo recita la sua parte in maniera sufficiente. Nella ripresa non eccelle, come del resto anche i compagni. Riesce a lasciare il segno soltanto rimediando un'espulsione, dopo una scaramuccia scoppiata all'ingresso del tunnel per gli spogliatoi a partita conclusa. Frustrato.

Castro 5. Era chiamato a fare la differenza contro la prima della classe. Manca invece l'ennesimo appuntamento stagionale perdendosi tra leziosismi e virtuosismi improduttivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania-Carpi, le pagelle: Rossetti grintoso, Sauro disastroso

CataniaToday è in caricamento