menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania da record in campo e sugli spalti: annichilito il Catanzaro

Quasi 12 mila gli spettatori paganti, con oltre 5 mila abbonati. I numeri del Catania sono importanti dentro e fuori dal campo. Gli uomini di Pancaro, infatti, dominano l'avversario e si impongono sin dalle prime battute, con un 4-1 finale da incorniciare

Clima di festa allo stadio "Angelo Massimino". Dodici leoni i rossazzurri, 11 in campo, uno sugli spalti: il pubblico rossazzurro, vera arma in più al momento in casa Catania. La macchina perfetta costruita da Pancaro inizia ad ingranare e i frutti sono evidenti. Mai come oggi, infatti, il Catania ha dominato gli avversari. Un timido Catanzaro esce dal Massimino con un solo tiro in porta, ovvero il gol della bandiera siglato dal dischetto nel finale.

DICHIARAZIONI DI PANCARO NEL POST-GARA

CATANZARO ALLE CORDE. Partenza col botto per il Catania. Il solito Russotto, servito da un colpo di tacco di Castiglia, si incunea tra le linee del Catanzaro e costringe l'estremo difensore Scuffia ad una superlativa risposta. I rossazzurri ingranano la marcia e costringono gli ospiti alle corde. Da un'azione confezionata dal trio d'attacco, Calderini trova la via del gol dopo l'ottimo servizio di testa di Calil. Nel pomeriggio insonne di Scuffia si aggiungono anche i calci piazzatti di Russotto: sempre pericoloso il numero 7 che scheggia una traversa.

La giornata promette bene in casa rossazzurra e allora arriva il momento di gloria per Gaetano Calil, poco preciso contro il Cosenza, ma superbo oggi. Dopo l'assist per la prima marcatura si inventa il gol del 2-0 approfittando di una dormita della difesa del Catanzaro. Passano pochi minuti e arriva ancora il 3-0: questa volta a siglarlo e Musacci dopo una papera dell'estermo difensore del Catanzaro. Gira tutto alla perfezione e il Massimino si infiamma. L'unico pericolo del Catanzaro, confezionato grazie ad una galoppata del vivace Giampà, viene disinnescato dall'attento Parisi, abile a salvare la sfera sulla linea, dopo una conclusione degli avversari negli ultimi metri.

MONOLOGO ROSSAZZURRO. Pancaro assoluto protagonista in casa Catania. Con il match in cassaforte, dopo il 3-0 di Musacci, mette in campo il fresco Falcone al posto dell'ottimo Russotto. La musica non cambia e il Catania continua a tenere in mano il pallino del gioco. Proprio Falcone, appena entrato, trova la rete del 4-0 sugli sviluppi di un corner, mandando in delirio il pubblico sugli spalti. C'è tempo per il gol della bandiera del Catanzaro, arrivato soltanto su calcio di rigore dopo un fallo commesso in area da Pelagatti. Ma è solo materiale per la cronaca, la storia della partita, infatti, ha raccontato di un Catania padrone del campo per 90 minuti di gioco.

Ammoniti: Ricci, Taddei, Pelagatti

TABELLINO CATANIA-CATANZARO 4-1  ( Calderini 9'-Calil 24'- Musacci 39'- Falcone 56'; Razzitti 90')

Catania 4-3-3: Bastianoni, Parisi, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella, Castiglia, Musacci (Agazzi 64'), Scarsella, Calderini, Russotto (Falcone 50'), Calil (Barisic 76')

Catanzaro: Scuffia, Ricci, Squillace, Maita (Selvatico 74'), Moi, Priola, Giampà, Agnello, Razzitti, Taddei (Foresta 64'), Mancuso

Spettatori: 11,845 paganti, oltre 5 mila gli abbonati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento